Commenta

"Uso improprio della fascia
da sindaco": la minoranza
va all'attacco del sindaco Priori

"Essendo amministratori pubblici, siamo uomini e donne rappresentanti dello Stato ed è nostro dovere amministrativo, politico e morale rispettare per primi le leggi e le norme dello Stato, se vogliamo poi che i cittadini a loro volta le rispettino".

PIADENA DRIZZONA – “Il Sindaco di Piadena Drizzona Matteo Guido Giorgio Priori ci offre l’opportunità di tornare su una questione che affrontammo già l’anno scorso ad inizio mandato amministrativo”: a intervenire sulla questione è la minoranza di Piadena Drizzona, che a corredo utilizza anche una fotografia, che qui pubblichiamo.

“A fine 2019 il Sindaco partecipa – spiega la minoranza – ad una “cerimonia religiosa natalizia della delegazione lombarda degli Ordini Dinastici della Real Casa Savoia’” e ancora una volta viene immortalato in più di una fotografia di gruppo indossando la fascia tricolore simbolo della rappresentanza dell’intera comunità che un Sindaco solitamente indossa nelle celebrazioni ufficiali. Le fotografie sono riprese sia dalla pagina Facebook della “Real Casa Bagrationi’’ sia dal blog di “Affari Italiani’’, dunque di dominio pubblico”.

“Ancora una volta – prosegue la minoranza – dobbiamo rimarcare la nostra contrarietà a questo utilizzo improprio che il Sindaco Matteo Guido Giorgio Priori fa della fascia tricolore, sventolandola come se fosse un indumento nuovo da mostrare agli amici e basta leggere il post della “Real Casa’’, per capire che il Sindaco non stava partecipando come primo cittadino in rappresentanza della comunità di Piadena Drizzona. Il post recita: “La delegazione italiana della Real Casa Bagrationi Imereti di Georgia, con spirito ecumenico e patriottismo monarchico ha ufficialmente partecipato alla cerimonia religiosa natalizia della delegazione lombarda degli Ordini Dinastici della Real Casa Savoia. La capo delegazione, Contessa Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri, è stata accompagnata da Padre Ambrogio, dal Conte Matteo Guido Giorgio Priori di Letino e dal delegato lombardo, Avvocato Giancarlo Parrini”. Dunque ecco che non c’era nessun motivo di partecipare con la fascia tricolore in rappresentanza della nostra comunità e perciò crediamo che questo, come il fatto passato, sia un utilizzo illegittimo della fascia”.

“Concludiamo con una nota – si conclude il comunicato – che sarà utile anche per i nostri prossimi interventi: sicuramente, come è già avvenuto, qualcuno dirà che ci sono problemi ben maggiori e che sarebbe cosa buona e giusta collaborare per il bene del paese. Giusto, e noi lo faremo: ma ricordiamo che essendo amministratori pubblici, siamo uomini e donne rappresentanti dello Stato ed è nostro dovere amministrativo, politico e morale rispettare per primi le leggi e le norme dello Stato, se vogliamo poi che i cittadini a loro volta le rispettino”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti