Commenta

"La guerra è finita", Sabbioneta
invece prosegue il suo
percorso sul piccolo schermo

Nella puntata in onda lunedì 20 invece vengono mostrate via Vespasiano Gonzaga, che porta il nome del fondatore della città, e via dell’Accademia. Nella prossima puntata, lunedì 27 gennaio, si tornerà anche una volta a piazza San Rocco.
Nella foto un frame della seconda puntata della fiction: sullo sfondo Palazzo Forti e la biblioteca di Sabbioneta

SABBIONETA – Chi, lo scorso lunedì e anche quello precedente, ha osservato su Rai 1 la fiction prodotta dalla principale tv pubblica italiana, dal titolo “La Guerra è finita”, con Michele Riondino e Isabella Ragonese tra gli interpreti principali, avrà senza dubbio notato un ambiente famigliare, almeno per chi conosce Sabbioneta. Proprio nella Piccola Atene, infatti, sono state girate alcune delle scene della produzione Rai, diretta da Michele Soavi, che racconta l’Olocausto ma da un punto di vista particolare, osservando cioè, a guerra già finita, la vita dei sopravvissuti alla tragedia che, una volta tornati a casa, devono riuscire a trovare la giusta serenità per ripartire. Non a caso la serie ha inizio poco dopo la Liberazione, ossia dopo il 25 aprile 1945, giorno che per l’Italia segna la fine della Seconda guerra mondiale e il ritorno a casa di tutti i sopravvissuti.

Come si ricorderà, in estate diverse scene erano state girate dapprima nel territorio emiliano, tra Reggio Emilia e Modena, e poi appunto a Sabbioneta, con esclusiva scelta degli esterni, dato che gli interni – come quasi sempre accade per le fiction Rai – sono stati quasi tutti ricostruiti a Cinecittà o comunque lontano dal comprensorio Oglio Po. Diverse comparse erano state selezionate a Palazzo Forti, in una mattinata abbastanza movimentata, con centinaia di persone – alcune delle quali poi prescelte dal casting – che sognavano qualche secondo di notorietà sulle reti Rai. Il set, allestito a Sabbioneta dal 26 al 29 giugno, era blindato e non era infatti stato possibile effettuare riprese o strappare qualche foto “ufficiale”, se non lontano dalle telecamere.

Nella prima puntata di lunedì 13 gennaio si intravede la piazza di San Rocco e viene mostrata una scena vicino ai portici di piazza Ducale, la centralissima piazza di Sabbioneta; nella puntata in onda lunedì 20 invece risultano ben visibili via Vespasiano Gonzaga, che porta il nome del fondatore della città, e via dell’Accademia. Nella prossima puntata, lunedì 27 gennaio, ossia nel Giorno della Memoria, come viene anticipato, si tornerà ancora una volta in piazza San Rocco, mostrata soltanto di sfuggita nella prima puntata della fiction.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti