Ultim'ora
Commenta

Sherman, Franceschini
e un pizzico di Benedettini:
il workshop prima del concerto jazz

Tra gli studenti anche l’assessore alla Cultura Marco Micolo, mentre in un secondo momento si è composto il terzetto che ha visto al contrabbasso anche Paolo Benedettini. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

CASALMAGGIORE – Tracce di Jazz prosegue il suo percorso e a Casalmaggiore arrivano i big. Sono loro a presentarsi, Mark Sherman e Bob Franceschini, ma probabilmente non ce n’era bisogno. Parliamo infatti di due dei migliori al mondo nell’utilizzo e nell’espressione dei rispettivi strumenti, piano e vibrafono per Mark e sassofono per Bob. Il concerto si terrà questa sera alle ore 21 in Teatro Comunale a Casalmaggiore, col quartetto completato da Paolo Benedettini al contrabbasso e Antony Pinciotti alla batteria.

Ieri però alle ore 18 è stato possibile ascoltare Sherman e Franceschini in anteprima, per quello che però non è stato un concerto ma un vero e proprio saggio di grande musica jazz e soprattutto una lezione frontale aperta a chi ha voluto partecipare. Il jazz non è evidentemente ancora musica per tutti, a giudicare dalle presenze scarne ma, come si suol dire, mai come in questo caso gli assenti hanno avuto torto. Tra gli studenti anche l’assessore alla Cultura Marco Micolo, mentre in un secondo momento si è composto il terzetto che ha visto esibirsi al contrabbasso Paolo Benedettini.

Mark Sherman pianista, vibrafonista, educatore e compositore, si è esibito per alcuni dei migliori direttori d’orchestra del mondo tra cui Leonard Bernstein, Sir Georg Solti, Zubin Mehta e Herbert Von Karajan. Bob Franceschini, nato e cresciuto a New York, ha registrato gli ultimi cinque CD nominati ai Grammy e due DVD acclamati dalla critica e ha all’attivo tournée e concerti con i più grandi della musica jazz e non solo. Entrambi, con grande disponibilità, hanno risposto alle domande e cercato di soddisfare ogni curiosità: questi workshop, infatti, sono occasioni uniche per apprendere e “rubare” i segreti del mestiere dai più grandi. Una vera e propria dimostrazione di musica ad altissimo livello, che sarà possibile riammirare – in forma stavolta completa – al Comunale stasera.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti