Commenta

Ponte sull'Oglio: Sarasini
chiede collaborazione tra le
province di Mantova e Cremona

Il ponte che unisce le province di Cremona e Mantova legando le due “rive” dell’Oglio corrispondenti ad Acquanegra e Calvatone, è oggetto dell’omonima interrogazione da parte del sindaco di Commessaggio e consigliere provinciale di Mantova, Alessandro Sarasini, rivolta al presidente dell’ente, Beniamino Morselli.

Il ponte che unisce le province di Cremona e Mantova legando le due “rive” dell’Oglio corrispondenti ad Acquanegra e Calvatone, è oggetto dell’omonima interrogazione da parte del sindaco di Commessaggio e consigliere provinciale di Mantova, Alessandro Sarasini, rivolta al presidente dell’ente, Beniamino Morselli. “Il collegamento tra la Provincia di Mantova in località Acquanegra e la Provincia di Cremona in località Calvatone – si legge nel documento – è garantito da un ponte in metallo, tipo bailey militare, sul fiume Oglio, da anni in predicato di manutenzione e sempre soggetto a carenza o mancanza di finanziamenti o da una Provincia o dall’altra, procrastinando a data da definire l’analisi strutturale della situazione oltre che la definizione di una pianificazione atta ad una sua sostituzione tanto necessaria quanto auspicata. Il ponte – continua – è ormai ridotto di portata ed il transito avviene in modo alterno, per le sole autovetture che raggiungono le due sponde sfiorando i restringimenti necessari per ridurre la larghezza di passaggio”. Il sindaco commessaggese entra nel merito della programmazione per focalizzare ulteriormente il proprio punto di vista: “L’opera è stata inserita nel DUP e nel triennale delle opere pubbliche per l’anno 2021 ma ad oggi non ci sono studi di fattibilità o meglio progetti esecutivi e/o definitivi che possano prevedere in particolare i costi di realizzo, cosa per altro necessaria per l’inserimento nel documento di programmazione. Su alcune opere di importanza strategica, Regione Lombardia ha sempre mostrato attenzione, ma la situazione di questo ponte, ad oggi, non risulta essere mai stata portata all’attenzione della DG infrastrutture che potrebbe sostenere economicamente l’intervento, se non tutto in parte, anche perché insistente su due province lombarde, iniziando proprio dalla progettazione della nuova soluzione”.

Le richieste del consigliere del gruppo “Cambiare insieme” della Provincia di Mantova, Alessandro Sarasini, vertono su un dialogo ed una collaborazione con la Provincia di Cremona per sollecitare Regione Lombardia ad interessarsi all’opera ed al ponte stesso, oltre ad iniziare un percorso di rifacimento iniziando dalla fase progettuale che dovrà passare per un incontro tra i due enti provinciali per coordinare un’azione volta affrontare la situazione,

Alessandro Soragna

© Riproduzione riservata
Commenti