Commenta

Polizia Locale di Casalmaggiore,
tutti i numeri del 2019
Bongiovanni: "Grande lavoro"

"La dimostrazione che i controlli vi sono in ogni campo, che non si agisce per sanzionare a tutti i costi, ma solo dopo una accurata verifica. Infine che si continua proficuamente l'attività educativa con le scuole" spiega il sindaco casalese.

CASALMAGGIORE – E’ stata resa nota la relazione annuale dell’attività svolta dalla Polizia Locale di Casalmaggiore per l’anno 2019. Un lungo elenco di numero, che certifica e riassume il lavoro svolto negli ultimi dodici mesi, spesso anche con un confronto diretto rispetto all’anno solare 2018. “Sono stati trentadue i servizi serali dalle 18 alle 24 – spiega il comandante della Polizia Locale Silvio Biffi – svolti nel periodo estivo (2 giugno-30 settembre) in occasione di manifestazioni pubbliche come la Fiera di Piazza Spagna e la Sagra di Oltrefossa e per il controllo dell’area pedonale di piazza Garibaldi e delle vie limitrofe. Si è assicurato un controllo costante nei giardini di via Porzio, di via Corsica, di via Adda, di via Italia e della zona Lido Po, finalizzato a prevenire danneggiamenti di beni pubblici e schiamazzi e a controllare l’utilizzo del guinzaglio da parte dei possessori di cani e la detenzione della paletta necessaria per la raccolta di rifiuti organici”.

“Sono altresì stati svolti – prosegue Biffi – servizi in borghese in occasione della Fiera di San Carlo contro l’abusivismo commerciale nel corso dell’anno sono stati portati avanti servizi in borghese anti accattoni. Sono stati controllati, per il settore commercio, durante il mercato settimanale del sabato e le fiere di San Carlo e Piazza Spagna, 29 esercizi pubblici di somministrazione alimenti e bevande, 12 esercizi commerciali, 3 esercizi artigianali, 17 attività di acconciatori ed estetisti, 5 controlli per la verifica di regolarità di gioco e artifici pirici. Sono state accertate 6 violazioni amministrazione in campo commerciale e amministrativa con 2 violazioni di inosservanza del calendario chiusure per parrucchieri, 2 violazioni per omessa esposizione del titolo autorizzativo, 1 violazione per omessa esposizione delle tariffe e dei servizi, 1 violazione per omessa comunicazione di vendita di prodotti alimentari”.

Positiva l’attività con le scuole e il lavoro congiunto con le altre forze dell’ordine e sugli altri comuni del territorio. “Quotidiana è stata la presenza in prossimità dei plessi scolastici di Casalmaggiore, Vicobellignano e Vicomoscano in occasione di entrata ed uscita degli alunni – prosegue Biffi – mentre abbiamo organizzato incontri teorici ed operativi (con uscita a piedi e in bicicletta) con alunni e insegnanti delle scuole elementari e materne e un incontro con gli studenti stranieri che frequentano presso le scuole medie un corso di lingua italiana. Sono stati svolti servizi congiunti con le altre forze dell’ordine per ordine pubblico e per un totale di 6 ore settimanali si è svolto servizio nel comune di Martignana di Po con controlli di polizia stradale e di vigilanza nelle aree residenziali e aree verdi: 286 le violazioni accertate al Codice della Strada a Martignana di Po. Assieme agli agenti della Polizia Locale di Viadana sono stati svolti 24 servizi di vigilanza per controlli stradali, controlli commerciali e controlli anti-accattoni. Una violazione è stata accertata riguardo l’anti-accattonaggio presso i supermercati (con vigilanza quotidiana)”.

L’attività ha visto ovviamente gli agenti impegnati anche in altri campi. “Sono stati svolti 44 servizi congiunti con Casalasca Servizi a seguito di segnalazione di abbandono incontrollato di rifiuti sul territorio o mancato rispetto della raccolta differenziata: in totale sono state 28 le violazioni accertate, mentre salgono a quota 10 i controlli ambientali e 9 i controlli edilizi, con un abuso accertato e segnalato alla Procura della Repubblica. E’ stata acquistata segnaletica verticale e posizionata ex novo o in sostituzione di quella precedentemente posizionata, mentre sono state trasmesse segnalazioni all’Ufficio Tecnico per la presenza di buche, avvallamenti, rotture di tubazioni, cadute di calcinacci, guasti alla pubblica illuminazione, alla rete idrica e del gas”.

Il “pezzo forte” dell’attività riguarda naturalmente i controlli sulle strade. “Sono state 274 – svela Biffi – le ordinanze relative alla circolazione stradale, sono stati rilasciati a cittadini o a imprese 364 permessi per l’occupazione di suolo pubblico, con 649 notifiche e 696 accertamenti anagrafici. Sono state ricevute 195 comunicazioni di cessioni fabbricato. Sono stati rilevati 53 incidenti stradali con 9 feriti e sono stati effettuati 18 sequestri amministrativi e rimossi 7 veicoli. Sono stati sottoposti a fermo 6 veicoli. Per quel che concerne le comunicazioni di reato alla Procura della Repubblica ammontano a 10, mentre 21 sono i TSO eseguiti. Due le carte di circolazione e una la patente ritirate nel complesso. Le violazioni al Codice della Strada sono state 2535: 424 per superamento dei limiti di velocità (furono 515 nel 2018), 149 per transiti con semaforo rosso (383 nel 2018), 76 per mancata revisione (164 nel 2018), 1580 per violazioni attinenti alla sosta, di cui 57 per sosta abusiva negli spazi invalidi (nel 2018 furono 1421, di cui 62 per sosta abusiva negli spazi invalidi). Sono stati 741 i veicoli controllati, 56 invece i controlli col telelaser, per un totale di 988 punti decurtati. I verbali per violazione ai regolamenti comunali sono stati 53, le ordinanze di ingiunzione 19, i ricorsi per violazione al Codice della Strada sono stati 23, con 44 proposte di archiviazione. I contrassegni invalidati rilasciati ammontano a 73, mentre 30 sono i permessi in deroga rilasciati, mentre sono stati redatti 3 verbali di rinvenimento di cose smarrite. E’ stato redatto il mensile Istat per incidenti stradali così come 8 verbali di consegna cani e gatti randagi al canile convenzionato”.

“Da sindaco – commenta Filippo Bongiovanni, primo cittadino di Casalmaggiore – dico che dai dati emerge un lavoro intenso e ben condotto dai dieci agenti del nostro comando. La dimostrazione che i controlli vi sono in ogni campo, che non si agisce per sanzionare a tutti i costi, ma solo dopo una accurata verifica. Infine che si continua proficuamente l’attività educativa con le scuole al fine di crescere un futuro cittadino consapevole dei rischi della strada e delle sue regole”.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti