Commenta

Motta Baluffi, la corsa delle volpi
durante il corteggiamento
vicino all'Acquario del Po

“Due volpi - scrive lo stesso Vitaliano - si corteggiano animatamente davanti all'Acquario del Po. La stagione degli amori ha creato delle coppie e in natura a compiere la scelta finale è sempre la femmina”. GUARDA IL VIDEO

MOTTA BALUFFI – Sono state immortalate, in un video di una quindicina di secondi, da Vitaliano Daolio, gestore dell’Acquario del Po di Motta Baluffi. Due esemplari di volpi che si inseguono e sembrano giocare affettuosamente a pochi passi proprio dalla struttura casalasca, che rappresenta un unicum su suolo nazionale. Daolio non è nuovo a queste scoperte: vivendo del resto a contatto con la natura e in una struttura che sorge in zona golenale, è più facile per lui avere questi incontri ravvicinati.

Nella foto la volpe cerca salvezza dalla piena del Po a fine 2019

Le volpi nella zona comprensoriale non sono così diffuse ma nemmeno troppo rare. A proposito di Acquario del Po, durante la recente piena del Grande Fiume di fine 2019, una volpe si era arrampicata, cercando la salvezza dall’acqua che, alzando il suo livello, le aveva improvvisamente tolto il proprio habitat naturale, sopra un albero, riuscendo nella sua missione. Il video di giovedì, postato da Daolio sul proprio profilo Facebook, è accompagnato da una sorta di didascalia: “Due volpi – scrive lo stesso Vitaliano – si corteggiano animatamente davanti all’Acquario del Po. La stagione degli amori ha creato delle coppie e in natura a compiere la scelta finale è sempre la femmina”.

Una corsa a inseguimento giocosa, dunque, legata alla stagione dell’accoppiamento, fissata in questo breve ma significativo video dello stesso Daolio. La volpe, del resto, viene considerato uno degli animali carnivori con l’areale più vasto, ossia con la più ampia diffusione, essendo presente – nelle varie declinazioni della sua stessa specie – un po’ in tutti e cinque i continenti. Riuscendo ad adattarsi a varie condizioni climatiche, riesce così a diffondersi anche in ambienti ostili per altri animali. In pianura giunge, come molti altri animali selvatici, prevalentemente scendendo dalla zona appenninica.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti