Commenta

Viadana centro d'Italia per
le mountain bike: domenica i tricolori
invernali tra golena e Bike Park

L’obiettivo del Team Viadana Bike, che cura molto il settore giovanile e ha ben 55 tesserati, è portare a casa almeno un paio di maglie tricolori, ossia di titoli. In vista della prossima sfida: organizzare al Bike Park di Viadana prima o poi una gara una notturna.

VIADANA – La prima volta di Viadana come sede dei Campionati Italiani invernali di Mountain Bike è stata presentato martedì alle 11.30 presso il comune viadanese alla presenza dell’assessore Massimo Piccinini e degli organizzatori per il Team Viadana Bike Damiano Oliva e Cristiano Gozzi. Un percorso che giunge al suo apice dopo essere partito tre anni fa, con la sistemazione e la riqualificazione dell’area non lontana dalla golena subito ribattezzata Bike Park, con la concessione della stessa area verde all’associazione sportiva voluta dall’assessore Piccinini e dal compianto sindaco Giovanni Cavatorta.

Domenica 23 febbraio con ritrovo alle 7.30 al Football Bar di via al Ponte e partenza delle gare, scaglionate per categoria, dalle 9.30, sono attesi quasi 250 atleti a Viadana, con tre categorie per le donne e undici per gli uomini rappresentate. Il percorso pensato dagli ideatori, che hanno ricevuto il nulla osta lo scorso 22 dicembre e che, come è stato ricordato, hanno un’esperienza in campo organizzativo di vent’anni di gare provinciali e regionali, prevede passaggi in golena, ma anche single track al contempo molto divertenti e sicuramente allenanti, che renderanno un circuito pianeggiante per morfologia simile a quelli di montagna in alcuni punti. Tanti saliscendi, riprodotti tutti naturalmente, ossia utilizzando legna, rami caduti e pochissime fettucce di plastica fornite dalla Federazione ACSI, che saranno rimosse immediatamente al termine della gara.

In totale 7 km su e giù dall’argine e nel parco da ripetere tot volte a seconda della categoria con la certezza che la gara si terrà in qualsiasi condizione atmosferica (dieci anni fa a Rivolta d’Adda si gareggiò con la neve, ha ricordato Oliva) e con la possibilità di modificare leggermente il tracciato in caso di maltempo, comunque non previsto. “Sarà un modo per riappropriarsi della nostra golena, e per riscoprirla” ha detto Piccinini in conferenza, sottolineando la componente ambientale e di visibilità per il comune di Viadana e le sue bellezze grazie ad un evento come questo. Le premiazioni coinvolgeranno i campioni nazionali ACSI, ossia della federazione, ma anche quelli in gara singola di enti di promozione come UISP e CSI, invitati all’evento.

Il percorso è stato cambiato per consentire a pubblico di vedere da vicino più volte (cinque, al posto delle canoniche tre) il passaggio dei concorrenti. L’obiettivo del Team Viadana Bike, che cura molto il settore giovanile e ha ben 55 tesserati, è portare a casa almeno un paio di maglie tricolori, ossia di titoli. In vista della prossima sfida: organizzare al Bike Park di Viadana prima o poi una gara in notturna.

Giovanni Gardani

 

© Riproduzione riservata
Commenti