Commenta

Via Garibaldi e il parcheggio
selvaggio. Lo sfogo di un lettore:
"Così non si va avanti"

"Molti che leggeranno queste righe, consci di parcheggiare “un minuto solo”, staranno ridendo, ma se esiste una libertà democratica e legislata, questa è fatta per il fine di aver leggi da rispettare per essere tutti più liberi".
Nella foto via Garibaldi a Viadana (foto Google Maps)

VIADANA – Parcheggio selvaggio? C’è chi non ci sta. Chi non accetta quel “minuto per andare a prendere le sigarette” e così scrive al nostro giornale. Tocca a Cristian Lana, che fa riferimento a quanto avviene in via Garibaldi a Viadana. “A Bozzolo è finito alla ribalta il caso di una persona che non è riuscita ad andare al lavoro per un passo carrabile, occupato da un veicolo parcheggiato in divieto di sosta. Bene, mai si deve parcheggiare in divieto di sosta, lo sappiamo, ma capita di farlo. Ebbene, a Bozzolo si ragiona al bene del diritto. A Viadana questo non accade e se ne facciano una ragione l’Amministrazione e la Polizia Locale. A Viadana, venite pure a parcheggiare in v ia Garibaldi in doppia fila, o sul lato esterno sinistro della carreggiata, venite pure a sostare sul passo carrabile con autorizzazione comunale, che va bene così. E cosa importa se una persona deve andare al lavoro, se ha un disabile a casa, se ci fosse un’emergenza per avere il sacrosanto diritto di uscire di casa con la propria vettura? E allora si alza la cornetta: se di giorno, la Polizia Locale interviene, con calma; di notte devi chiamare il 112 e una pattuglia di Carabinieri, che ben han altro cui pensare, ma interviene con prontezza e la massima gentilezza”.

“Tutto normale? No! Pensate – prosegue Lana – per un attimo a quel banale divieto di sosta che sta impedendo l’uscita di una persona da casa propria, l’accesso di un mezzo di soccorso, il caricare agevolmente in auto un disabile, l’intervento di una pattuglia dei Carabinieri a 40km di distanza, un carro attrezzi per rimuovere il veicolo e forse le lacrime di qualcuno, se questo impedimento dovesse far scaturire un ritardo incolmabile, semmai ci fosse un emergenza. Molti che leggeranno queste righe, consci di parcheggiare “un minuto solo”, staranno ridendo, ma se esiste una libertà democratica e legislata, questa è fatta per il fine di aver leggi da rispettare per essere tutti più liberi: tu automobilista di parcheggiare dove ci sia un vero parcheggio, io di uscire da casa mia. Voglio fare un invito a tutti coloro che usufruiscono dei negozi o che vivono in via Garibaldi a Viadana, di iniziare ad essere più educati e civili, le comunità esistono e si creano quando si tollera la convivenza senza ledere il diritto”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti