Ultim'ora
Commenta

Calcio dilettanti, domenica
Casalese e Viadana uniche
(forse) a scendere in campo

Ogni discorso, come ribadiamo, è al netto delle decisioni che arriveranno da Roma. Resta inteso che le partite dell'8 marzo, se disputate, sarebbero a porte chiuse, ossia senza spettatori.

In campo domenica per il calcio dilettanti del comprensorio Oglio Po potrebbero scendere solo Casalese e Viadana. A patto ovviamente che la decisione del Comitato Regionale Emilia Romagna non venga superata da quella del Governo, che sta addirittura pensando di sospendere l’intera attività sportiva in Italia per un mese, anche se l’alternativa più soft potrebbe essere consentire di giocare ma a porte chiuse.

Stiamo a vedere, quel che è certo è che la Casalese e il Viadana, ad oggi, sono le uniche che – essendo affiliate al Crer – hanno ottenuto la possibilità di giocare le sfide interne di domenica alle 14.30: la Casalese sarebbe opposta al Solignano, il Viadana invece contro la Valtarese. Entrambe sono inserite nel girone B di Prima categoria emiliana e giocherebbero in casa domenica. Entrambe, peraltro, devono recuperare due partite. A tal proposito sono state rese note le date dei recuperi: mercoledì 18 marzo si recuperano alle 20.30 Casalese-Boretto e Viadana-Povigliese, uniche due sfide rinviate il 23 febbraio (tutto il resto del girone ha giocato regolarmente); mercoledì 1 aprile invece spazio a Povigliese-Casalese e Levante-Viadana (in questo caso tutto il girone è stato sospeso). Ogni discorso, come ribadiamo, è al netto delle decisioni che arriveranno da Roma. Resta inteso che le partite dell’8 marzo, se disputate, sarebbero a porte chiuse, ossia senza spettatori.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti