Ultim'ora
Commenta

Coronavirus, il "Poma" di Mantova
recupera 77 posti letti per dare
una mano nell'emergenza

Al momento lo spostamento verso il mantovano dei pazienti risultati positivi al Coronavirus riguarda soprattutto il nosocomio di Asola. In ogni caso i pazienti positivi al test sono attualmente ricoverati anche nei reparti di Malattie Infettive, Pneumologia e Rianimazione del “Carlo Poma” di Mantova.

MANTOVA – L’ospedale di Mantova, che in tempi di grande emergenza diventa un punto di riferimento e una valvola di sfogo per affrontare il problema, ha recuperato altri 77 posti letto all’interno dello stesso “Carlo Poma”. Medici e infermieri sono stati dirottati su altri reparti e così in meno di una settimana è stato possibile offrire un po’ di respiro anche ad altri ospedali, su tutti quello di Cremona, congestionato da diversi arrivi dal lodigiano oltre che dalla stessa città del Torrazzo e provincia. Al momento lo spostamento verso il mantovano dei pazienti risultati positivi al Coronavirus riguarda soprattutto il nosocomio di Asola. In ogni caso i pazienti positivi al test sono attualmente ricoverati anche nei reparti di Malattie Infettive, Pneumologia e Rianimazione del “Carlo Poma” di Mantova.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti