Ultim'ora
Commenta

Scuola Marconi, tante attività oltre
alle ore curricolari: la rendicontazione
sociale le svela nel dettaglio

La scuola elementare Marconi, con la dirigente Sandra Guidelli, ha avuto modo di presentare la propria rendicontazione sociale nei giorni scorsi, alla presenza dell’assessore all’Istruzione di Casalmaggiore Sara Valentini e dei sindaci di Rivarolo del Re Luca Zanichelli e di Martignana di Po Alessandro Gozzi.

CASALMAGGIORE – La rendicontazione sociale di una scuola è il momento in cui l’istituto presenta al pubblico le tante attività extracurricolari che animano l’anno scolastico, andando in parallelo con le lezioni. La scuola elementare Marconi, con la dirigente Sandra Guidelli, ha avuto modo di presentare la propria rendicontazione sociale nei giorni scorsi, alla presenza dell’assessore all’Istruzione di Casalmaggiore Sara Valentini e dei sindaci di Rivarolo del Re Luca Zanichelli e di Martignana di Po Alessandro Gozzi. Questi due comuni, infatti, hanno o una sede staccata della scuola, come Rivarolo, oppure diversi alunni iscritti, come Martignana.

Tra le iniziative proposte quelle relative a Matematica e Scienze con referente la maestra Giuseppina Romano come “Ronzzzziiiii sul Po”, “Tangenziale delle essenze”, “Orto sinergico”, “Laboratori sperimentali di erboristeria”. Con la maestra Maria Teresa Prestileo sono invece stati organizzati il “Corso Aral” e i “Giochi Matematici”, oltre al “Progetto scacchi”, assieme al prof. William Varini. Per quanto riguarda le lezioni di lingua italiana e straniera sono stati organizzati i laboratori “Ita.Ca” con la maestra Grazia Bilancio, “Madrelingua inglese” con le maestre Cosetta Fieschi e Valentina Samà, “Educhange” con la maestra Cosetta Fieschi, “Biblioteca” con la maestra Donatella Araldi, “Humane Library” con la maestra Maria Teresa Furini e “Fantafavole” con la maestra Lara Casetti.

Si è però parlato durante l’anno scolastico 2019-2020 di salute, sicurezza e legalità con la maestra Maria Vella Bianchi per quanto concerne il “Progetto Sicurezza” e il “Protocollo scuola di legalità”, oltre al laboratorio “Tutti a tavola: educazione alimentare” con la referente maestra Cinzia Lini. Nel Service Learning rientra “A scuola con i nonni del Busi”, curato dalle maestre Teresa Martino e Valentina Samà, mentre “Il teatro a scuola” è stato portato avanti dalle docenti Soldi e De Punzio Morleo. I progetti di musica con collaborazione di esperti vari sono stati coordinati dalla maestra Giovanna Gallo, mentre la docente Claudia Goi ha parlato di arte con “Di arte in arte”, “Un Natale così: creativo e inclusivo” e “Arte e sostenibilità”.

La maestra Beatrice Bosio ha curato il Centro Territoriale per l’Inclusione con corsi di formazione, consulenze per interventi e materiali e il progetto di inclusione “Artemenoi”, mentre il percorso con l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia contro il bullismo è stato condotto dal dottor Antonio Livrieri e dalla maestra Maria Vella Bianchi. Con la maestra Teresa Martino si è lavorato all’Aula 3.0, alla LIM (lavagna multimediale di ultima generazione) e alla intitolazione di un’aula in memoria della maestra Rosy Schiroli. Chiudono il quadro il “Laboratorio di Coding” con la maestra Maria Teresa Prestileo in prima linea, “Green School” con la maestra Nuccia Brambilla, “Auladin” con le docenti Botti e Lombardi, che hanno curato anche “Aula multisensoriale: Pollicin”, infine il “Laboratorio I maestri del lavoro” con William Varini, la creazione dell’Inno della scuola con il prof. Pietro Gagliardo e il giornalino dell’istituto.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti