Ultim'ora
Commenta

Coronavirus, anche Guastalla
viene in appoggio: 80 posti
letto, 12 di terapia intensiva

La scelta di Guastalla è motivata dal fatto che l’Ospedale dispone di una terapia intensiva e di servizi di supporto adeguati, quali laboratorio, radiologia e cardiologia. A Guastalla è previsto anche l’incremento di posti letto di terapia intensiva da 6 a 12.

GUASTALLA – La Direzione dell’Azienda USL IRCCS informa che, vista la progressiva evoluzione epidemiologica dell’infezione da Coronavirus, con un significativo incremento di casi che richiedono ospedalizzazione e seguendo le indicazioni regionali, l’Ospedale di Guastalla viene da oggi identificato come Ospedale COVID, con una iniziale disponibilità di 80 posti letto dedicati a pazienti positivi al virus in condizioni non critiche. I posti letto saranno gradualmente collocati in un’area, al momento non utilizzata, in un’ala ospedaliera su 4 piani. La scelta di Guastalla è motivata dal fatto che l’Ospedale dispone di una terapia intensiva e di servizi di supporto adeguati, quali laboratorio, radiologia e cardiologia. A Guastalla è previsto anche l’incremento di posti letto di terapia intensiva da 6 a 12.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti