Ultim'ora
Commenta

Casalmaggiore, i sacerdoti
in campo: "Rosario ogni giorno alle 18". Intanto
don Rubagotti migliora, don Castelli ricoverato

"Intanto anche se da soli e privatamente, don Angelo Bravi nella sua abitazione e don Arrigo in Cripta del Duomo, celebrano ogni giorno la Santa Messa ricordandovi tutti e portandovi al Signore che salva e ci guida. Una preghiera per ciascuno e una benedizione speciale”.

CASALMAGGIORE – I sacerdoti di Casalmaggiore e delle parrocchie di Santo Stefano e San Leonardo invitano i fedeli casalesi “in questo momento di emergenza sanitaria a recitare in casa il Santo Rosario: in questi momenti occorre davvero invocare l amore di Dio per noi, certi che le preghiere che la Chiesa ci ha insegnato sono gradite a Lui. Affidiamoci particolarmente a Maria Santissima, a lei ci dobbiamo consegnare e affidare l anima dei nostri fratelli defunti, e per intensificare la nostra preghiera siamo invitati a stringersi come comunità parrocchiali”.

Per questo motivo “da lunedì, alle ore 18, al suono delle campane delle nostre chiese reciteremo, ognuno nelle nostre case, il Santo Rosario. Per chi volesse un aiuto concreto alla preghiera sappia che in TV al canale 28, alle ore 18 viene trasmesso il Santo Rosario da Lourdes. Affidiamo a Maria i nostri ammalati, anche i nostri sacerdoti: don Claudio che da lunedì proseguirà le cure presso le figlie di San Camillo a Cremona e per don Cesare da alcuni giorni ricoverato presso l’Oglio Po”.

Segue un invito da parte dei sacerdoti con don Claudio Rubagotti, don Arrigo Duranti, don Cesare Castelli e don Angelo Bravi. “Cerchiamo di non avere paura, chiediamo a Dio la sua vicinanza, certi che non mancherà, quella vicinanza che davvero riempie e cambia le nostre povere vite e salva le nostre anime. Anche se da soli e privatamente, don Angelo Bravi nella sua abitazione e don Arrigo in Cripta del Duomo, celebrano ogni giorno la Santa Messa ricordandovi tutti e portandovi al Signore che salva e ci guida. Una preghiera per ciascuno e una benedizione speciale”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti