Ultim'ora
Commenta

Asst di Cremona: sono
3000 i tamponi processati
in poco più di una settimana

Si ricorda che il Centro Emostasi e Trombosi, funziona regolarmente per garantire la gestione dei pazienti in terapia anticoagulante, terapia salva vita, e dei pazienti con malattie emorragiche ereditarie qual le emofilie. Tutti i medici sono anche impegnati a gestire i pazienti in terapia anticoagulante ricoverati con infezione da COVID-19.

Il Laboratorio di Microbiologia dell’ASST di Cremona da poco più di una settimana è stato identificato dalla Regione Lombardia come Laboratorio autorizzato alla ricerca di COVID-19 sui tamponi oro-faringei e ha ricevuto conferma dall’Istituto Superiore di Sanità della qualità delle prestazioni. Tradotto in pratica significa che i tamponi – funzionali ad individuare la positività dei pazienti al coronavirus – vengono processati a Cremona. Questo riduce i tempi di consegna dell’esito ed evita il viaggio di andata e ritorno a Pavia (San Matteo).

“Tutto il personale dei Laboratori dell’Ospedale di Cremona (tecnici, biologi, medici afferenti anche a diversi ambiti specialistici quali la genetica e la ricerca oncologica) si è impegnato ad organizzare un sistema diagnostico che opera ininterrottamente 24/24 ore, con turni di 12 ore – spiega Sophie Testa (Direttore del Laboratorio Analisi e Centro Emostasi e Trombosi). In questo modo riusciamo a garantire la refertazione di circa 220 tamponi al giorno, con tempi di risposta medi pari a circa 24-36 ore dall’accettazione dei campioni biologici”.

“Da quando il laboratorio ha ricevuto il materiale necessario, tutto il personale si è reso volontariamente disponibile a turni non-stop – continua Testa rinunciando a recuperi e festività, non posso che ringraziarli”. Ringraziamento confermato anche da Pietro Morstabilini (Dirigente delle Professioni Sanitarie) che sta coordinando tutte le attività dei laboratori. “Questo – concludono insieme Testa e Morstabilini – è il migliore modo possibile per supportare il grandissimo lavoro sanitario per la gestione della drammatica pandemia che stiamo vivendo”. Si ricorda che il Centro Emostasi e Trombosi, funziona regolarmente per garantire la gestione dei pazienti in terapia anticoagulante, terapia salva vita, e dei pazienti con malattie emorragiche ereditarie qual le emofilie. Tutti i medici sono anche impegnati a gestire i pazienti in terapia anticoagulante ricoverati con infezione da COVID-19.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti