Commenta

Viadana: s'è spento Stefano Boni
Fu artista, commerciante e
co-fondatore dei Warriors Viadana

La sua passione per l'arte ha fatto anche del bene: quando i Warriors Viadana erano sorti, Boni aveva messo all'asta alcuni suoi quadri e, col ricavato, aveva finanziato la neonata società nelle prime spese necessarie all'iscrizione e alle pratiche burocratiche. Per questo la società di Fabio Merlino lo ha ricordato come "amico e co-fondatore".

VIADANA – Si è spento all’età di 85 anni, l’artista e commerciante Viadanese Stefano Boni. Sposato con Carla, senza figli, aveva gestito per anni, in largo De Gasperi, davanti all’ex ospedale di Viadana, un negozio di articoli per caccia e pesca. Ma Stefano era conosciuto per la sua passione per l’arte a 360°: era anzitutto musicista, suonava la fisarmonica e da giovane aveva fatto parte di diverse orchestre del territorio, ma anche in età più avanzata non disdegnava di suonare alle feste nelle Case di riposo, animando i momenti conviviali con i successi degli anni ’60 e ’70. Era pittore e tra i soggetti preferiti vi erano i Carabinieri e San Nicola da Tolentino, non a caso patrono di Viadana. A tal proposito, si dilettava a realizzare un proprio personale calendario dell’Arma, versione parallela rispetto a quella ufficiale. Alcuni suoi quadri sono custoditi o esposti anche al palazzo municipale viadanese.

Stefano Boni era altresì scrittore: avendo vissuto da bambino in via Villa Santa Maria, in età avanzata pubblicò il libro “Volti e voci di via Villa Santa Maria”, sfruttando i suoi ricordi d’infanzia. La sua passione per l’arte ha fatto anche del bene: quando i Warriors Viadana erano sorti, Boni aveva messo all’asta alcuni suoi quadri e, col ricavato, aveva finanziato la neonata società nelle prime spese necessarie all’iscrizione e alle pratiche burocratiche. Per questo la società di Fabio Merlino lo ha ricordato come “amico e co-fondatore”. La salma di Boni arriverà dall’ospedale Oglio Po nelle prossime ore, per essere poi tumulata al cimitero di Viadana.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti