Commenta

Apom devolve 50.000
euro all’Associazione per
l’emergenza Covid-19

Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla fiducia riposta nell’Associazione dai suoi oltre 1.800 Sostenitori che, tramite erogazioni liberali, lasciti, destinazione del 5 per mille, buona usanza, hanno contribuito a questo gesto solidale. Con questa donazione, APOM vuole manifestare la propria vicinanza al nostro territorio.

Il Consiglio Direttivo APOM (Associazione Patologia Oncologica Mammaria) ha deliberato un contributo straordinario di 50.000 euro, devoluto all’Associazione per l’emergenza Covid-19. Coadiuvata dall’Ufficio Acquisti dell’Ospedale di Cremona, diretto dalla dott.ssa Susanna Aschedamini, APOM ha individuato due destinazioni d’uso alle quali il contributo è stato immediatamente destinato.

• L’importo  è stato impiegato a sostegno del monitoraggio e della cura dei pazienti con la donazione a favore del Reparto di Pneumologia, diretto dal dott. Giancarlo Bosio, di  un sistema di monitoraggio dei parametri vitali composto da 8  monitor paziente, ciascuno dotato di connettività integrata,  in grado di misurare i parametri essenziali del paziente a esso collegato (ECG, analisi dell’aritmia, atti respiratori, saturazione di ossigeno, frequenza cardiaca, pressione arteriosa, temperatura). Ogni monitor, posizionato al letto del paziente e collegato alla rete internet aziendale, invia i parametri rilevati a una centrale di monitoraggio, permettendo il controllo e la gestione dei pazienti. Un unico operatore può così controllare, a distanza e in continuo su un monitor dedicato, sino a 12 pazienti, rivedere eventuali eventi svoltisi nelle ultime 72 ore e analizzare i vari trend delle ultime 240 ore. La centrale di monitoraggio centralizzato è in grado di gestire sino a 64 monitor paziente.
• Il contributo APOM si è inoltre concretizzato con la donazione a favore del Laboratorio Analisi, diretto dalla dott.ssa Sophie Testa, di strumenti finalizzati a migliorare la linea diagnostica, quali cappe a flusso laminare, centrifughe e pipette, garantendo nel contempo una maggiore sicurezza del personale sanitario esposto a elevatissimo rischio in funzione della lavorazione dei campioni biologici infetti.

Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla fiducia riposta nell’Associazione dai suoi oltre 1.800 Sostenitori che, tramite erogazioni liberali, lasciti, destinazione del 5 per mille, buona usanza, hanno contribuito a questo gesto solidale. Con questa donazione, APOM vuole manifestare la propria vicinanza al nostro territorio, così gravemente colpito, ed esprimere un ringraziamento sincero per l’incessante impegno dell’Ospedale di Cremona, in prima linea nell’emergenza Covid-19.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti