Cronaca
Commenta1

L'asolano monsignor Bongiovanni benedice il rione Ponte a Roma: "Mi sento il don Camillo della Capitale"

“Mi sento il don Camillo del rione Ponte” ha aggiungo monsignor Bongiovanni. Inutile dire che il video ha subito spopolato sul web, ma la finalità chiaramente era ottenere una intercessione dall’alto per liberare tutta l’Italia e il mondo dalla pandemia Coronavirus. La benedizione si è chiusa con una raccomandazione: “Forza e coraggio, che ne usciremo”.

ASOLA/ROMA – Da Asola a Roma: monsignor Pietro Bongiovanni, ex assessore proprio nel comune mantovano, è divenuto celebre anche sul web grazie a una speciale benedizione che ha dato al quartiere romano nel quale predica, dall’alto della cupola di San Salvatore in Lauro, una delle tante chiese della Capitale, mentre i vicini si affacciavano alla finestra e ai balconi. “Mi sento il don Camillo del rione Ponte” ha aggiungo monsignor Bongiovanni. Inutile dire che il video ha subito spopolato sul web, ma la finalità chiaramente era ottenere una intercessione dall’alto per liberare tutta l’Italia e il mondo dalla pandemia Coronavirus. La benedizione si è chiusa con una raccomandazione: “Forza e coraggio, che ne usciremo”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti