Ultim'ora
Commenta

Lotta a COVID-19:
dal Poma di Mantova la
speranza di una terapia in 15 giorni

La ricerca è il passo fondamentale per uscire prima e meglio dal tunnel chiamato Covid-19. Ebbene spiragli di luce arrivano dai ricercatori mantovani che, come riportato dal TG2, pare abbiano trovato un’idea semplice ed altrettanto brillante…

La ricerca è il passo fondamentale per uscire prima e meglio dal tunnel chiamato Covid-19. Ebbene spiragli di luce arrivano dai ricercatori mantovani che, come riportato dal TG2, pare abbiano trovato un’idea semplice ed altrettanto brillante…

Si sperimenta il sangue delle persone guarite dal Coronavirus perché contiene anticorpi per combattere il contagio ed accelerare oltre che favorire la guarigione, come di sente dalle parole di Don Andrea, parroco di Cizzolo, frazione di Viadana…

“Sono stato ricoverato il 2 marzo per una forma di contagio aggressiva e sono uscito venti giorni dopo dal reparto di malattie infettive fino alla terapia intensiva. Ho vissuto momenti difficili ed oggi sono qui come donatore”.

L’ospedale Carlo Poma di Mantova, insieme a quello di Pavia stanno sperimentando questa soluzione che prevede il prelievo di plasma ricco di anticorpi neutralizzanti e, per mezzo di trasfusione, fatto entrare in circolo ad una ventina di pazienti. Risultati?

“I pazienti – riferisce il direttore di immunoematologia e medicina trasfusionale dell’Ospedale Poma di Mantova, Massimo Franchini – hanno un miglioramento negl’indici d’infiammazione e migliora anche l’ossigenazione. Stiamo ricevendo molte telefonate a seguito di questa ricerca da parte dei servizi trasfusionali di tutta Italia. Speriamo di rendere la terapia operativa entro 15 giorni”.

Alessandro Soragna

© Riproduzione riservata
Commenti