Commenta

Materna di Commessaggio:
continua il "lavoro" in
remoto dei bambini

Il tema legato alla scuola ed alle lezioni da casa è molto d’attualità in questo periodo in quanto si presenta un quadro molto eterogeneo con varie piattaforme utilizzate a supporto e l’organizzazione delle lezioni

COMMESSAGGIO – Il tema legato alla scuola ed alle lezioni da casa è molto d’attualità in questo periodo in quanto si presenta un quadro molto eterogeneo con varie piattaforme utilizzate a supporto e l’organizzazione delle lezioni, conseguentemente, va di pari passo. Una situazione che denota, però la volontà di non arrendersi e non sedersi, ma provare a vincere le limitazioni imposte da un virus che sta segnando in modo indelebile queste pagine di storia.

Nel quadro variopinto nella premessa va inserita anche la scuola dell’infanzia Sant’Albino di Commessaggio con le insegnanti che hanno raggiunto in remoto i bambini della propria sezione proponendo un’appendice del programma con attività ad ampio respiro con letture di fiabe e tutta una serie di attività poste in essere per non interrompere il rapporto con i bambini e con le rispettive famiglie, un momento troppo importante nel percorso educativo per essere trascurato. L’impegno delle insegnati ed il senso di responsabilità vanno dunque sottolineati perché hanno ottenuto e continuano ad ottenere soddisfazione dai bambini stessi attraverso i lavori che vengono svolti da casa grazie al sostegno dei genitori.

Ecco il posto sulla pagina Facebook della scuola:

“In questi giorni bui noi maestre stiamo assistendo a piccoli meravigliosi gesti di amore e speranza… le nostre famiglie ci mandano dolcissimi scatti di momenti condivisi, di mamme che ricamano tulipani, papà che improvvisano stupende farfalle, sorelle che aiutano il fratellino ad impastare la pasta sale, e ancora mamme che saltano come ranocchie, impastano crostate e biscotti e papà che colorano arcobaleni insieme ai figli.
Tutto questo mentre si organizzano videoconferenze, si lavora da casa o in ufficio, si deve spedire la lista della spesa on line e si devono seguire gli altri figli con i compiti.
Siete bravi! Bravissimi e coraggiosi.
Non perdetevi d’animo.
Se continuiamo così non può che andare tutto bene”.

Alessandro Soragna

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti