Commenta

Casalmaggiore, pusher 21enne
in arresto per detenzione ai fini di
spaccio. Segnalati 2 giovani assuntori

La perquisizione effettuata dell’abitazione di N.A., 21enne, disoccupata con precedenti di polizia, ha permesso il rinvenimento di diversi tipi di sostanze stupefacenti, tra le quali 34 pasticche di ecstasy del peso complessivo di 30 gr, chetamina (1 gr.), cocaina (0,5 gr.), marjuana (15 gr) e hashish (23 gr.) oltre che tre bilancini di precisione.
Nella foto il materiale sequestrato dai Carabinieri

I carabinieri della Compagnia di Casalmaggiore durante i controlli per far rispettare i divieti imposti dai decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri per l’emergenza “Covid-19”, hanno fermato due giovani trovati in possesso di modiche quantità di hashish e per questo segnalati alla Prefettura di Cremona come consumatori di stupefacenti. I militari, dopo aver effettuato approfonditi accertamenti, hanno poi effettuato la perquisizione nell’abitazione di quella che ritenevano essere stata la “pusher” dei due giovani. La perquisizione effettuata dell’abitazione di N.A., 21enne, disoccupata con precedenti di polizia, ha permesso il rinvenimento di diversi tipi di sostanze stupefacenti, tra le quali 34 pasticche di ecstasy del peso complessivo di 30 gr, chetamina (1 gr.), cocaina (0,5 gr.), marjuana (15 gr) e hashish (23 gr.) oltre che tre bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente.

Pertanto la donna è stata tratta in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, posta agli arresti domiciliari, come disposto dalla Procura della repubblica di Cremona, in attesa della celebrazione del rito direttissimo fissato per la mattinata odierna. Nel corso dell’udienza di convalida svolta in videoconferenza dalla Compagnia di Casalmaggiore, il Giudice del Tribunale di Cremona ha convalidato l’arresto eseguito, ha disposto il rinvio del procedimento al 7 maggio 2020 ed ha sottoposto la donna alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti