Cronaca
Commenta

Casalmaggiore, la pediatra Barbara Bertetti cessa l'attività dopo 30 anni

In questi giorni la dottoressa ha ricevuto molte attestazioni di riconoscimento e gratitudine (telefonate anche commoventi) dalle famiglie dei suoi piccoli pazienti; sono diverse le mamme ad aver manifestato gratitudine per l’attenzione

CASALMAGGIORE – Giovedì 30 aprile sarà l’ultimo giorno di lavoro della Dr.ssa Barbara Bertetti, pediatra storica di Casalmaggiore. Nata a Parma l’8 aprile del 1952, la dottoressa Bertetti si era laureata in medicina a Verona nel 1982. Nel 1988 si era specializzata in pediatria. Arrivata a Casalmaggiore l’anno successivo alla specializzazione, è stata la prima pediatra a tempo pieno (all’epoca c’era già anche dr.ssa Giarelli che ha sempre esercitato contemporaneamente all’attività pediatrica e quella di psichiatra infantile), nel 1990 si è trasferita in via xx settembre dove è rimasta fino al maggio 2014 quando si è trasferita nell’attuale sede di Co.Me.Te. in via don Paolo Antonini.

I primi anni per lei non sono stati anni semplici. Sino al 1991 infatti i bambini erano in carico ai medici di famiglia e solo dopo quella data fu stabilito che ad occuparsene fossero i pediatri. Bertetti ha esercitato la professione ininterrottamente a Casalmaggiore per 30 anni (ha avuto come pazienti anche bambini di ex pazienti nel frattempo diventati padri o madri) sviluppando un forte legame con il territorio e con i suoi pazienti. Si è trattato di una vera e propria scelta professionale visto che in più di un’occasione aveva la possibilità del trasferimento vicino casa, che però ha sempre rifiutato. La dottoressa vanta anche un esperienza all’estero come volontaria in Bangladesh presso l’ospedale di Khulna (1998).

Umanità, serietà, empatia e competenza. In questi giorni la dottoressa ha ricevuto molte attestazioni di riconoscimento e gratitudine (telefonate anche commoventi) dalle famiglie dei suoi piccoli pazienti; sono diverse le mamme ad aver manifestato gratitudine per l’attenzione e la capacità d’ascolto della dottoressa nelle fasi delicate del post-partum.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti