Ultim'ora
Commenta

Gal Oglio Po, 800 mila
euro di bandi finanziati per
servizi e recupero patrimonio

L’assegnazione di questi contributi è per il GAL Oglio Po una felice conferma del lavoro svolto sul territorio a fianco di Enti e Associazioni. Un supporto che non si ferma e si concretizza in tre nuovi bandi aperti nei giorni scorsi.

Tredici progetti distribuiti tra le province di Cremona e Mantova per un totale di oltre €800.000 di contributi che sosterranno servizi essenziali, culturali e di recupero storico-paesaggistico. Sono i numeri che il GAL Oglio Po mette in campo in questo momento difficile. I contributi, assegnati proprio in questi giorni, rappresentano il compimento di due bandi. Il primo (Bando 7.4.1) era destinato ai Servizi essenziali alla popolazione e, con una dotazione complessiva di €810.000, apriva le candidature a progetti con investimenti da €15.000 a €100.000. Le domande presentate sono state undici, tutte finanziate al 90%.

In particolare, con circa €83.000 si sosterrà la realizzazione di un asilo nido nel Comune di Cella Dati, sfruttando la magnifica Villa Ugolano Dati e le sue architetture accessorie. Lo spazio adibito ad asilo nido occuperà una superficie di 250 metri quadrati e potrà ospitare fino a 40 bambini. Come spiega il Sindaco Fabrizio Lodigiani, “È volontà dell’Amministrazione Comunale promuovere l’utilizzo di Villa Ugolani Dati e dei suoi apparati architettonici accessori, implementando l’offerta dei servizi non solo in ambito culturale ma anche sociale, a servizio della popolazione residente e dell’intero territorio. Nel difficile contesto dei piccoli Comuni avere la possibilità di attivare progetti rapportati alle proprie capacità economiche è un grande contributo, in quanto consente di non perdere definitivamente le nostre eccellenze artistiche, architettoniche e sociali. Per questo un enorme ringraziamento va da parte dell’amministrazione al GAL. Mediante l’attenzione, la perseveranza e il lavoro di tanti, qualche “sogno” diventa realtà”. Continua Lodigiani: “Prezioso è il contributo del personale tecnico e di chi a vario livello ha collaborato a questo progetto: dall’attività di ricerca di bandi per il finanziamento, al disbrigo delle fasi burocratiche, alle mansioni richieste, tutte le categorie hanno agito in modo sinergico e compatto con un obiettivo comune e nobile. E’ quindi un vanto per il Comune di Cella Dati potersi fregiare dei risultati raggiunti o dei progetti in fase di esecuzione, proprio grazie all’attività compartecipata di molti, segno che la cittadinanza è legata al proprio territorio e coopera per valorizzarne al massimo il patrimonio.”

Sempre per lo sviluppo di servizi essenziali, il Comune di Isola Dovarese riceverà circa €20.000 per il risanamento conservativo e il recupero dell’ambulatorio medico comunale. Saranno restaurati i locali in uso, eliminate le barriere architettoniche per la realizzazione di un servizio igienico a norma disabili e saranno recuperati alcuni ambienti inutilizzati. “Posso solo ringraziare il GAL Oglio Po per i fondi ricevuti da Isola Dovarese”, ha dichiarato il Sindaco Gianpaolo Gansi. “C’è stata una proficua collaborazione che ha portato a buon fine il nostro progetto. Con questo contributo aumenteremo la qualità del servizio per la cittadinanza, riqualificando gli ambienti del nostro ambulatorio comunale. Era un progetto a cui stavamo pensando da tempo, era un’esigenza molto sentita soprattutto dopo il potenziamento medico e infermieristico. I lavori partiranno non appena la situazione lo consentirà. Siamo in attesa dell’ultimo via libera dalla soprintendenza.”

Anche il progetto candidato dal Comune di Ostiano riguarda il recupero di una struttura importante per la cittadinanza: si tratta della ristrutturazione del piano superiore del Centro Civico Cittadino per la creazione di due nuovi percorsi museali. Come ha illustrato il Dott. Canzio Posio, Sindaco di Ostiano, “Al piano inferiore ospita già la biblioteca con sale di lettura differenziate, sale riunioni e reception. Si è posto il problema di completare la parte superiore per adibirla a museo con due diversi percorsi espositivi: il primo sarà dedicato a un’imponente collezione ornitologica; il secondo, realizzabile in un ulteriore step, riguarderà preziosi arredi sacri di grande raffinatezza, per lo più di scuola bresciana, già oggetto di studio e attualmente in altra sede non visitabile. Grazie a questa assegnazione, con un investimento molto contenuto, siamo in grado di completare in vari step il recupero di un edificio che ben si staglia nella cornice culturale di questo paese. Vorrei a questo proposito ringraziare il GAL Oglio Po che ci ha assistito nei vari passaggi tecnico-pratici, insieme a tutti coloro che ci hanno seguito nell’istruzione delle varie pratiche.”

Tra i progetti beneficiari dei contributi del GAL Oglio Po molti riguardano la cultura locale: è il caso del Comune di Piadena Drizzona, che con il Progetto MAA Museo – Archeologia – Ambiente, La preistoria per educare al futuro, riceverà poco più di €80.000 per la realizzazione di un sito palafitticolo nell’area adiacente al Monumento Naturale Lagazzi, già dichiarato Patrimonio Unesco nel 2002.

Il Comune di Bozzolo utilizzerà, invece, i € 40.000 ricevuti per migliorare e incentivare la fruizione della biblioteca e dell’archivio storico tra le fasce più deboli della popolazione e per creare un unico centro di consultazione digitale dei suoi importanti documenti storici.

Preservare il territorio significa anche conservare i rapporti umani e sociali al suo interno. Così il progetto del Comune di Voltido per la creazione di una sala polivalente con internet point ha ottenuto un contributo di €45.000. Lo scopo è quello di contrastare la disgregazione sociale e l’auto-emarginazione, creando un luogo di socializzazione (anche con l’uso delle nuove tecnologie) interno al paese.

Anche l’Unione dei Comuni Lombarda Terrae Fluminis vuole incrementare la coesione sociale e intergenerazionale. In questo caso il progetto, beneficiario di circa €60.000, prevede il potenziamento degli impianti sportivi di Gussola, eliminando le barriere architettoniche e acquistando nuove attrezzature.

L’Associazione Terre d’Acqua metterà a disposizione di sedici Comuni le strutture acquistate con il contributo di €85.000: parliamo di una tensostruttura mobile con cento tavoli e duecento panche, cinquanta pannelli espositivi a griglia ed un impianto multimediale per il videomapping. Questo permetterà ai Comuni Soci di portare avanti attività culturali, ricreative e didattiche potendo contare su un importante supporto logistico-strutturale.

Servirà alla divulgazione didattica e della cultura locale anche la sala polivalente che sarà allestita all’interno del Museo Civico di Canneto Sull’Oglio insieme ai nuovi strumenti web e multimediali. I €14.500 concessi andranno a migliorare i servizi educativi interni al museo introducendo nuove guide multimediali e strumenti digitali e, nel contempo, miglioreranno la fruizione delle collezioni e degli archivi e la loro diffusione online.

La Fondazione I. Gonzaga Onlus ha presentato due distinti progetti dedicati ai ragazzi in difficoltà ottenendo contributi per entrambi. Il primo progetto è risultato assegnatario di €95.000 a fine gennaio 2020 e riguardava la riqualificazione di un edificio di valore architettonico e culturale con lo scopo di creare di una comunità educativa per minori volta a promuovere il benessere psico-fisico-sociale degli ospiti, aiutandoli a raggiungere l’autonomia personale e l’integrazione sociale. In questi giorni la Fondazione ha ottenuto l’assegnazione di un secondo finanziamento di €85.000 per la ristrutturazione di un’altra porzione del fabbricato al fine di creare un centro ricreativo diurno per ragazzi con atteggiamenti problematici.

Sempre in questi giorni è stata resa nota l’assegnazione dei contributi di un secondo bando, indirizzato al Recupero del patrimonio architettonico (Bando 7.6.01). A beneficiarne sono stati il Consorzio di Bonifica del Navarolo, che riceverà €45.000 per il recupero strutturale e funzionale della chiavica Squarzanella, e il Comune di Cella Dati che utilizzerà i suoi €64.000 per il restauro del salone d’onore di Villa Ugolano Dati, fulcro della vita amministrativa del piccolo centro e importante testimonianza storica. In entrambi i casi, le costruzioni saranno oggetto di valorizzazione culturale mediante futuri progetti di fruizione pubblica.

L’assegnazione di questi contributi è per il GAL Oglio Po una felice conferma del lavoro svolto sul territorio a fianco di Enti e Associazioni. Un supporto che non si ferma e si concretizza in tre nuovi bandi aperti nei giorni scorsi. Sul sito www.galogliopo.it sono presenti tutte le informazioni e le modalità di presentazione dei progetti che potranno portare a Comuni, Associazioni e imprese contributi per più di un milione di euro a sostegno della situazione critica legata alla diffusione del Coronavirus.Intanto proprio oggi è stato aperto il bando dedicato alle piccole e micro imprese turistiche, commerciali e artigianali del territorio che ha una dotazione complessiva di €300.000 a fondo perduto per progetti a partire da €7.000. Qui il testo del bando: https://www.galogliopo.it/bandi/contributi-per-laccoglienza-rurale-e-loccupazione-bando-6-4-03-3/

redazione@oglioponews.it

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti