Ultim'ora
Commenta

Da Piove di Jovanotti a Covid-19:
il rap di Cristian Canicossa
(e figli) per guardare avanti

Lui è di Medole, provincia di Mantova, ma lavora a Canneto sull’Oglio, pieno comprensorio casalasco-viadanese. Un rap che sfrutta l’assonanza tra Piove e Covid-19 e da lì parte per raccontare questi tempi cupi. Con ironia e la giusta dose di speranza. GUARDA IL VIDEO

Il Coronavirus adesso diventa un rap: per non disperare, per sdrammatizzare e per tenere impegnati, insieme, anche i figli più piccoli. La base è quella di “Piove”, una delle hit più famose di Lorenzo Cherubini, per tutti Jovanotti, uscita nel 1994. A reinterpretarla, cambiando completamente il testo e aggiornandolo sul tema Coronavirus, è stato Cristian Canicossa assieme ai suoi tre figli, due bambine (Emma e Amelia) e un bambino (Emanuele). Lui è di Medole, provincia di Mantova, ma lavora a Canneto sull’Oglio, pieno comprensorio casalasco-viadanese. Un rap che sfrutta l’assonanza tra Piove e Covid-19 e da lì parte per raccontare questi tempi cupi. Con ironia e la giusta dose di speranza (e alla fine i meritati credits).

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti