Ultim'ora
Commenta

Giornata contro
l'omotransfobia, Rive Gauche
contro le discriminazioni

Il nostro circolo Rive Gauche (Prc Casalmaggiore) è sempre stato particolarmente sensibile a queste tematiche e diverse sono le iniziative di sensibilizzazione messe in campo in questi anni

CASALMAGGIORE – La Giornata internazionale contro l’omotransfobia e la lesbofobia è una ricorrenza riconosciuta dall’Unione Europea e dalle Nazioni Unite. Si celebra, dal 2004, il 17 maggio di ogni anno. Il 17 maggio di 14 anni fa, l’Organizzazione mondiale della Sanità ha rimosso l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali.

“Le discriminazioni e le violenze che colpiscono le persone in base al loro orientamento sessuale e alla loro identità di genere – spiega la segretaria di Rive Gauche Gloria Barili – sono all’ordine del giorno nel nostro Paese, insulti omofobi, minacce, inseguimenti, aggressioni. Un odio cieco, per un totale di 83 casi nel 2019 , nel 2018 il numero si era fermato 57. Nonostante questo aumento di violenza, l’ordinamento italiano è rimasto silente rispetto al tema del contrasto alla violenza di natura omotransfobica, sia essa fisica o verbale.

La “Legge Mancino” del 1993 attualmente si limita a perseguire i reati d’odio fondati su caratteristiche personali quali la nazionalità, l’origine etnica e la confessione religiosa.?In questa legislatura, tra Camera e Senato, sono diversi i progetti di legge contro l’omotransfobia depositati e il nostro auspicio è che il lavoro parlamentare persegua l’obiettivo. Nelle passate legislature non si è mai riusciti a legiferare sull’argomento.?E’ noto che la negazione dei diritti delle persone lgbti è in cima all’agenda politica delle destre e dei movimenti neofascisti in tutto il mondo, Italia compresa è fondamentale che la politica metta in campo un provvedimento efficace che ponga un argine all’ondata d’odio da cui anche il nostro Paese è attraversato.

Il nostro circolo Rive Gauche (Prc Casalmaggiore) è sempre stato particolarmente sensibile a queste tematiche e diverse sono le iniziative di sensibilizzazione messe in campo in questi anni (le foto della gallery sono delle iniziative del 2014 e 2015, ndr), per questa giornata esprimiamo la nostra vicinanza alla comunità lgbti+ e ci sentiamo parte del movimento per la laicità delle istituzioni e la parità dei diritti di tutte e tutti.

Purtroppo uno dei primi atti dell’amministrazione Bongiovanni, ormai 6 anni fà è stato togliere l’adesione alla rete Ready (Rete nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere), alla quale aderiscono diversi comuni Italiani, tra i quali anche Cremona e Crema, mai nulla è stato fatto per il contrasto alle discriminazioni e all’odio verso le persone lgbti+ , anzi in questi anni, con l’appoggio della giunta Bongiovanni, si sono ospitati personaggi “discutibili” legati al partito “Il Popolo della famiglia” con idee e teorie palesemente discriminatorie. L’ass. Salvatore, durante un consiglio Comunale, ha persino negato la realtà, riportata sulle testate giornalistiche nazionali, che in Italia esistano atti di violenza fisica e verbale contro queste categorie di persone”.

redazione@oglioponews.it (Foto: NC)

© Riproduzione riservata
Commenti