Commenta

Encomio per Canino per il
suo ruolo nella lotta al Covid
dal paese calabrese Taverna

Il sindaco Sebastiano Tarantino, come riporta CatanzaroInforma, ha detto grazie al dottore per “l’impareggiabile servizio reso durante l’emergenza coronavirus con grande competenza, dedizione, spirito di abnegazione.

Rosario Canino, Direttore Sanitario dell’Asst di Cremona, ha ricevuto una pergamenta di encomio dal proprio paese di origine in provincia di Catanzaro, Taverna (2.500 abitanti circa, ndr). Canino, come tutto il territorio cremonese, a partire dagli ospedali, si è trovato in prima linea nella lotta al coronavirus. E il paese calabrese, come detto, ha voluto rendergli omaggio. Canino era ovviamente collegato via Skype, mentre la sorella Emanuela ha ritirato fisicamente il riconoscimento a nome del medico, arrivato ufficialmente sabato 16 maggio.

Il sindaco Sebastiano Tarantino, come riporta CatanzaroInforma, ha detto grazie al dottore per “l’impareggiabile servizio reso durante l’emergenza coronavirus con grande competenza, dedizione, spirito di abnegazione e straordinarie doti umane e professionali, rendendo tutti i cittadini tavernesi orgogliosi di aver portato alto il nome della nostra amata città di Taverna”. La delegata comunale alla cultura Clementina Amelio ha invece sottolineato: “ Abbiamo voluto  manifestare il nostro orgoglio e di tutta la comunità per l’eccellenza di un cittadino di  Taverna, dimostrata oltre i confini della città e oltre i confini regionali”. Canino ha quindi commentato: “Uno tsumani. E’ quello che abbiamo visto a Cremona. Ho fatto solo il mio dovere. Ho perso tanti amici, tra cui un medico. Invito tutti a non abbassare la guardia”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti