Ultim'ora
Commenta

Pomponesco, il grazie della Casa
di riposo per la donazione dei
tablet per il contatto coi parenti

"Anche ad emergenza finita – ci auguriamo presto – potremo infatti continuare ad utilizzarli sia per l’attività di animazione che per la somministrazione della terapia farmacologica svolta dagli Infermieri Professionali. Un sincero grazie dunque alla Associazione “I Folletti ODV” per questo generoso segno di vicinanza".

POMPONESCO – E’ un grazie sincero quello che arriva da Claudio Formici, presidente della Casa di Riposo di Pomponesco. “A causa della terribile pandemia che ha colpito duramente il nostro Paese – spiega – sono state adottate, come noto a tutti, rigide misure restrittive che ci hanno costretti a casa e che hanno limitato la possibilità di muoverci e, spesso, di poter visitare i nostri famigliari o amici. Queste misure hanno fortemente interessato anche le nostre Case di Riposo: sin dagli inizi di marzo infatti sono state chiuse le porte delle nostre strutture a tutti gli esterni, impedendo così le visite di parenti e conoscenti che tanto rallegravano le giornate dei nostri anziani. Questa misura, più che mai necessaria per tutelare e proteggere le RSA da possibili contagi, ha però colpito e influito molto sull’umore dei nostri ospiti: l’isolamento e la lontananza da tutti le persone care e i volti famigliari hanno lasciato un vuoto difficile da colmare, nonostante l’impegno e la dedizione di operatori sanitari ed animatori”.

“Per questo l’Amministrazione, i dipendenti e soprattutto gli anziani e i loro parenti – prosegue Formici – vogliono sentitamente e sinceramente ringraziare l’Associazione “I Folletti ODV” che, nell’ambito del bel progetto “Operazione Tablet” hanno donato alla Fondazione Mazzucchini ONLUS di Pomponesco due tablet: questi importanti strumenti hanno permesso agli ospiti della nostra struttura di essere ancora più in contatto con i propri famigliari, potendo usare questi dispositivi, con l’aiuto di operatori e animatrice, per videochiamare, vedere e sentire figli, nipoti e parenti, accorciando le distanze e il senso di isolamento. Sappiamo bene quanto i nostri anziani siano affezionati alle loro abitudini e il Covid-19 ha certamente stravolto anche le loro vite, scandite da visite e incontri quotidiani o nel fine settimana. Questi dispositivi sono quindi stati un dono preziosissimo e di grande utilità: anche ad emergenza finita – ci auguriamo presto – potremo infatti continuare ad utilizzarli sia per l’attività di animazione che per la somministrazione della terapia farmacologica svolta dagli Infermieri Professionali. Un sincero grazie dunque alla Associazione “I Folletti ODV” per questo generoso segno di vicinanza”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti