Commenta

Effetto covid sui tumori:
aumentano quelli in fase
avanzata anche a Cremona

“Arrivare in ritardo a una diagnosi di tumore allo stomaco o al polmone” conclude Passalacqua “è davvero un problema molto serio e spesso le condizioni sono davvero troppo critiche”.

Il covid ha avuto ripercussioni anche sui malati oncologici: il grido d’allarme arriva dagli oncologi e specialisti lombardi ed e confermata anche dal dottor Rodolfo Passalacqua, direttore UO oncologia dell’Asst di Cremona. Il Covid ha infatti ritardato tutti i programmi di screening. Quelle attività che hanno come obiettivo di intercettare i tumori al loro inizio, quando ancora sono in fase operabile.

Oggi invece anche all’ospedale di Cremona i medici si trovano di fronte a un numero più grande di casi avanzati, meno curabili e meno guaribili: “La gente, pur avendo i sintomi, ha avuto paura del virus e quindi di recarsi all’ospedale” dice Passalacqua “noi confermiamo questo grido d’allarme lombardo. Anche in questi giorni in ospedale sono arrivati pazienti in condizioni davvero molto critiche”.

La lotta contro il cancro anche nel nostro ospedale sarà, se possibile, ancora più dura nei prossimi mesi, quando i casi di malati avanzati di tumore sono destinati ad aumentare. “Arrivare in ritardo a una diagnosi di tumore allo stomaco o al polmone” conclude Passalacqua “è davvero un problema molto serio e spesso le condizioni sono davvero troppo critiche”.

fband

© Riproduzione riservata
Commenti