scuola
Commenta

Casalmaggiore, servizi scolastici non goduti, procedura facilitata per i rimborsi

?Si raccomanda di richiedere i rimborsi entro il 30 luglio; gli aventi diritto possono inoltrare il modulo compilato a serviziscolastici@comune.casalmaggiore.cr.it

CASALMAGGIORE – Oltre 24 mila euro: è la cifra stanziata dalla Giunta Comunale di Casalmaggiore per rimborsare le famiglie di quanto versato e non fruito nei servizi scolastici a causa del Covid-19.

“Era opportuno da parte nostra – commenta l’assessore all’Istruzione Sara Valentini – agire in questo senso: in un momento ancora così difficile per tutti, la Giunta ha giustamente deliberato che si restituiscano le quote delle rette pagate ad inizio anno scolastico per il trasporto, l’assistenza al pasto, il pre-scuola e mensa, servizi che a causa della pandemia sono stati sospesi all’inizio di marzo. Con una precisazione, rispetto al credito mensa, per il quale la scelta è stata quella di predisporre il modulo per la restituzione, ma solo per tutti coloro che nell’anno scolastico 20/21, non usufruiranno in alcun modo del servizio.

Tutti coloro che continueranno a utilizzare il servizio mensa anche cambiando ordine scolastico, il credito rimarrà congelato fino alla ripresa dello stesso”. L’importo della restituzione è stato calcolato percentualmente sulla base dei mesi in cui i servizi (trasporto, pre-scuola, assistenza al pasto) non sono stati erogati: sono circa 400 le famiglie di Casalmaggiore che potranno ottenere il rimborso.

“E anche su questo versante – prosegue l’assessore – abbiamo scelto la massima semplicità, per facilitare i cittadini: abbiamo predisposto dei moduli, differenziati per tipologia di servizio, scaricabili dal sito del Comune, che una volta compilati potranno essere inoltrati all’Ufficio Scuola con una semplice e-mail, senza l’obbligo di recarsi personalmente al CSC per la consegna”.

La richiesta verrà poi presa in carico da parte del personale amministrativo e l’importo verrà liquidato in uno stretto giro di tempo.

“Invito tutti a procedere con sollecitudine, e a passare parola ad amici e conoscenti (magari anche sui gruppi whatsapp dei genitori e delle classi), perché sia nota a tutti questa opportunità: da parte nostra, contatteremo la maggior parte degli aventi diritto tramite la posta elettronica, i tabelloni Infomacittà, la stampa, il sito istituzionale e il Portale Genitori”.

Si raccomanda di richiedere i rimborsi entro il 30 luglio; gli aventi diritto possono inoltrare il modulo compilato a serviziscolastici@comune.casalmaggiore.cr.it

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti