Commenta

Su 111 casi in tutta la Lombardia,
una quarantina nei soli comuni
di Casalmaggiore e Viadana

Nel complesso per la Regione, da inizio emergenza (dunque senza sottrarre né decessi né guariti), siamo a quota 1.693; per le Prefetture invece a quota 1.612.

Non è stato un fulmine a ciel sereno, perché le avvisaglie e gli indizi c’erano tutti, a dire il vero: i focolai nei macelli e salumifici di Viadana; l’annunciato (da parte del sindaco Filippo Bongiovanni) focolaio in un’azienda parmense con tanti operai di Casalmaggiore coinvolti, che dunque avrebbe fatto lievitare proprio il dato del comune casalese; infine la mancanza dei dati regionali divisi sui singoli comuni negli ultimi tre giorni.

Il rialzo lunedì è stato importante, il più alto da due mesi e mezzo a questa parte. E dei 45 casi in più registrati nelle province di Cremona e Mantova (46 per le Prefetture), ben 40 giungono dal comprensorio Oglio Po. Andiamo con ordine: per la Regione nel Casalasco rispetto a tre giorni fa, data dell’ultimo aggiornamento, siamo passati da 733 a 760 positivi (+27), con 22 positivi in più a Casalmaggiore, 3 a Cingia dè Botti, 1 a Gussola, 1 a Torre dè Picenardi; sempre per la Regione nell’Oglio Po mantovano, invece, il rialzo è stato di 36 casi, sempre in tre giorni, da 897 a 933 positivi, con +31 a Viadana, +3 Gazzuolo e +1 a Marcaria e Sabbioneta. Di fatto su un rialzo di 111 casi in tutta la Regione, ben 43 arrivano dai soli comuni di Casalmaggiore e Viadana: il 39% dell’intero territorio lombardo da due soli comuni di 35mila abitanti nel complesso (!), pur considerando che qualche caso, stando alle nostre fonti una decina al massimo, è stato registrato in questi comuni nei giorni in cui non sono arrivati aggiornamenti e dunque andrebbe limato.

Per le Prefetture, per le quali il dato è invece giornaliero essendo arrivati i precedenti aggiornamenti a cadenza regolare e puntuale, nel Casalasco ben 21 casi in più (da 707 a 728), di cui 18 a Casalmaggiore, 2 a Cingia dè Botti e 1 a Gussola; nell’Oglio Po mantovano infine altri 21 casi (da 863 a 884), con 17 casi a Viadana, 3 a Gazzuolo e 1 a Sabbioneta. Nel complesso per la Regione, da inizio emergenza (dunque senza sottrarre né decessi né guariti), siamo a quota 1.693; per le Prefetture invece a quota 1.612.

IL DETTAGLIO:
Regione Cremona +23 — 6.662 casi
Prefettura Cremona +24 — 6.596 casi
Regione Mantova +22 — 3.578 casi
Prefettura Mantova +22 — 3.464 casi

LA TABELLA DEI CONTAGI NEI COMUNI CREMONESI FONTE REGIONE

LA TABELLA DEI CONTAGI NEI COMUNI CREMONESI FONTE PREFETTURA

LA TABELLA DEI CONTAGI NEI COMUNI CASALASCHI

LA TABELLA DEI CONTAGI NEI COMUNI MANTOVANI FONTE REGIONE

LA TABELLA DEI CONTAGI NEI COMUNI MANTOVANI FONTE PREFETTURA

LA TABELLA DEI CONTAGI NEI COMUNI MANTOVANI OGLIO PO

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti