Ultim'ora
Commenta

Covid, Montagnini e la seconda
quarantena: "Nella prima ho perso tre
nonni". Dati casalesi, il focolaio è a Colorno

Per quanto riguarda Casalmaggiore si sa soltanto che l’azienda è di Colorno (il nome non viene ancora reso noto), che l’Ausl di Parma ha impiegato parecchio ad agire e si è poi mossa, trattandosi di una situazione di confine, soltanto dopo sollecitazione di Ats Val Padana.

VIADANA – Anche Alex Montagnini, titolare dell’omonimo laboratorio di lavorazione della carne, è risultato positivo. C’è pure lui, dunque, nell’elenco dei cinque contagiati su 26 lavoratori totali della struttura in zona Gerbolina a Viadana, la quinta colpita dal Covid in zona. La sua storia è umanamente particolare: oltre al danno economico per la chiusura della ditta per alcuni giorni in via precauzionale, c’è prima di tutto quello psicologico legato alla perdita di ben tre nonni, tutti colpiti dal Coronavirus.

E’ lui, Alex, il simbolo di un momento che Viadana difficilmente dimenticherà perché, anche in questa estate in cui il virus sembrava poter mollare la presa, ecco che i rialzi si concentrano soprattutto in questa zona del comprensorio a cavallo tra Cremona, Mantova e l’Emilia Romagna. Montagnini peraltro, come riporta la Gazzetta di Mantova, era già stato in quarantena a marzo, in quel caso isolandosi volontariamente proprio per la positività dei suoi nonni, poi purtroppo deceduti. Stavolta la sua quarantena è invece legata al tampone positivo, da prassi, in attesa che si negativizzi, nonostante l’uomo viva la sua condizione da asintomatico. Frustrazione, dunque, per lui e per l’azienda, che però intanto da lunedì ha ricominciato la produzione dopo i test a tappeto, più che problemi fisici o sanitari.

Per quanto riguarda Casalmaggiore si sa soltanto che l’azienda dalla quale sono emersi i tanti positivi (18 soltanto lunedì) è di Colorno (il nome non viene ancora reso noto), che l’Ausl di Parma ha impiegato parecchio ad agire e si è poi mossa, trattandosi di una situazione di confine tra regione Lombardia e regione Emilia Romagna, soltanto dopo sollecitazione di Ats Val Padana.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti