Commenta

Ponte, ecco i sensori
Ma il Comitato: "Si acceleri
sui velox. E si diano tempi certi"

La stessa Provincia si sta prodigando per bandire il progetto di realizzazione del nuovo ponte, ma pure qui i tempi di pubblicazione ancora non sono noti. Dieci anni passano in fretta, sembra suggerire il Comitato TPT, quando tira in ballo il ponte di San Benedetto Po, nel mantovano, che da dieci anni attende ancora la conclusione dell’opera.
Foto di repertorio

CASALMAGGIORE – Si torna a parlare del ponte di Casalmaggiore-Colorno e questo grazie alla comunicazione della Provincia di Parma, che ha parlato di installazione imminente dell’apparato di sensori volto a controllare la staticità della struttura (e dunque la sua tenuta dopo i lavori di ristrutturazione durati oltre un anno e mezzo); i carichi dei pesi che transitano sul ponte; la velocità dei mezzi che passano sull’infrastruttura. Un progetto che la Provincia di Parma aveva affidato all’Università della città ducale e che dunque, a un anno e un mese dalla riapertura del manufatto, avvenuta il 5 giugno 2019, finalmente giunge a compimento.

Il Comitato Treno Ponte Tangenziale ha voluto scrivere una lettera, col presidente Paolo Antonini, in primis per non perdere di vista la questione, ora che il Coronavirus monopolizza l’attenzione dei media di tutta Italia, e in secondo luogo per tirare le orecchie alla Prefettura di Parma. Oltre ai sensori servirebbe proprio un velox che faccia da deterrente per chi spesso sfreccia a velocità sostenuta sul ponte. Ad oggi, infatti, non vi è alcun permesso, contrariamente a quanto accade sul ponte San Daniele-Ragazzola, dove invece il velox è in funzione da mesi. Quest’ultimo strumento serve per poter effettuare contravvenzioni, che i sensori per conto loro non riescono a garantire, passando così alla fase sanzionatoria e non limitandosi all’avvertimento.

Il secondo passaggio della lettera è invece più duro e riguarda le incertezze soprattutto cronologiche che si addensano sulla possibilità di arrivare a costruire un nuovo ponte, come un sinistro presagio: da mesi si parla di passaggio imminente della strada Asolana, sulla quale il ponte insiste, dalla Province ad Anas, ma non sono mai state svelate date certe; inoltre la stessa Provincia si sta prodigando per bandire il progetto di realizzazione del nuovo ponte, ma pure qui i tempi di pubblicazione ancora non sono noti. Dieci anni passano in fretta, sembra suggerire il Comitato TPT, quando tira in ballo il ponte di San Benedetto Po, nel mantovano, che da dieci anni attende ancora la conclusione dell’opera. In aggiunta a tutto questo nel decreto Cura Italia il nuovo ponte di Casalmaggiore-Colorno ancora non compare. “E’ ora quindi che i nostri amministratori locali e i rappresentanti del territorio a livello regionale e nazionale intervengano con maggiore decisione sulle emergenze sopra indicate, perché il ponte non diventi soltanto la passerella dei politici in occasioni elettorali” attacca nella parte finale della missiva il Comitato TPT.

LEGGI LA LETTERA INTEGRALE DEL COMITATO

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti