Commenta

Viadana, finalmente la fontana
E sabato è tornato
sul campanile anche il leone

“L’opera di restauro del leone è stata finanziata - ha ricordato Cavallari - dalle donazioni confluite sul fondo creato in memoria del Sindaco Giovanni Cavatorta, la cui volontà era quella di restituire alla comunità il leone, emblema della sua tanto amata Viadana. Per questo motivo a lui e ai benefattori va tutto il nostro ringraziamento! GUARDA IL VIDEO

VIADANA – Nuova vita a Viadana alla fontana riqualificata di piazza Manzoni. Una cerimonia semplice e breve, ma sentita, quella di sabato sera, per presentare i lavori svolti, con la fontana che oggi è ufficialmente a raso, e per inaugurare il restaurato leone del campanile municipale. “La Piazza è luogo fondamentale dell’incontro, dello scambio, è centro vitale della città – ha detto il sindaco facente funzioni Alessandro Cavallari – palcoscenico dell’identità e del senso di appartenenza, luogo che permette le manifestazioni quotidiane della collettività. Favorire spazi non solo di aggregazione ma nei quali si possa realizzare lo scambio di opinioni, di pensieri, di intenzioni, di desideri è il modo per cercare insieme ciò che serve al bene comune della nostra città e corrisponde ad una visione condivisa dei valori in cui credere e delle speranze riposte nei cuori dei cittadini”.

“Dopo numerose traversie ed un lungo iter burocratico – ha proseguito Cavallari santo sera – finalmente è possibile aprire ai cittadini un’opera fortemente voluta da questa Amministrazione. La fontana è a raso, sicura e funzionale e consentirà di attivare gli zampilli d’acqua solo in determinati momenti tornando a dare la possibilità di vivere tutta la nostra piazza. Al centro, è possibile scorgere lo stemma di Viadana. Il simbolo di Viadana, ovvero il leone, è riprodotto anche sopra al campanile del municipio. Il manufatto originale, danneggiato dal maltempo e dallo scorrere del tempo, era stato sganciato dalla sua posizione con l’avvallo della Soprintendenza ed è ora conservato all’interno del Museo Civico “A. Parazzi”. Nel frattempo, è stato realizzato un nuovo leone in acciaio, sostenuto da una boccia di rame e da una speciale scatola sigillata con all’interno appositi cuscinetti che ne garantiscono la naturale e originaria rotazione”.

Nella foto l’inaugurazione con Cavallari, gli assessori Zucchini e Piccinini, il presidente del consiglio Ivan Gualerzi e il parroco don Censori

“L’opera è stata finanziata – ha ricordato Cavallari – dalle donazioni confluite sul fondo creato in memoria del Sindaco Giovanni Cavatorta, la cui volontà era quella di restituire alla comunità il leone, emblema della sua tanto amata Viadana. Per questo motivo a lui e ai benefattori va tutto il nostro ringraziamento! In questo momento storico particolare per la nostra comunità, abbiamo bisogno di due sentimenti importanti come l’ottimismo e la fiducia nella ripresa. Con tutto il cuore ci auguriamo che a questo possano simbolicamente contribuire l’acqua della fontana della Piazza, che torna a zampillare, ed il leone medievale, simbolo del Comune di Viadana, che torna a svettare sulla torre del Municipio. Un doveroso ringraziamento a tutti coloro che sono intervenuti a questa cerimonia, quindi al Corpo Bandistico “L. Grossi”, alle autorità civili, militari e religiose e alle associazioni presenti; concedetemi un ringraziamento speciale anche all’associazione Protezione Civile OglioPo che tanto ha dato e continua a dare al nostro territorio in questi mesi di emergenza. Viva la nostra Piazza, viva Viadana!”

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti