Cronaca
Commenta

Casalmaggiore, Viadana e ATS: da oggi pomeriggio tamponi Covid19 gratuiti

A darne annuncio congiunto il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni e il primo cittadino di Viadana Alessandro Cavallari. Sarebbero 18 i residenti del Casalasco coinvolti nel 'focolaio'

CASALMAGGIORE/VIADANA – Dopo i casi di positività al Covid19, venuti alla luce nei macelli e legati soprattutto ad una cooperativa che fornisce mano d’opera, da oggi pomeriggio e per tutto domani, nelle modalità che verranno indicate questa mattina, sarà possibile sottoporsi al tampone nasofaringeo gratuito. A darne annuncio congiunto il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni e il primo cittadino di Viadana Alessandro Cavallari.

Sarebbero 18 i residenti del Casalasco coinvolti nel ‘focolaio’ emerso in questi giorni. “Cari concittadini – ha scritto ieri sera Bongiovanni dandone annuncio tramite facebook – mercoledi pomeriggio e giovedì mattina e pomeriggio per alcune zone e vie densamente popolate, individuate da ats valpadana assieme al Comune, con la georeferenziazione di Regione Lombardia, sarà possibile sottoporsi gratuitamente a tampone nasofaringeo. Nella mattinata di mercoledì saranno resi noti tutti i dettagli.

Il focolaio importante che ha colpito un’azienda della bassa parmense vede, tra gli altri, anche 18 nostri residenti coinvolti. Sono lavoratori di una cooperativa che fornisce manodopera all’azienda. Dopo i 15 casi nei macelli viadenesi legati anch’essi a tali cooperative. Onde evitare qualsiasi insorgere a livello di comunità di ulteriori problematiche, la decisione di Regione, Ats e Comune di Casalmaggiore e Viadana di uno Screening nelle zone con più residenti colpiti”.

“Cari concittadini – scrive Cavallari – mercoledi pomeriggio e giovedì mattina e pomeriggio per alcune zone e vie densamente popolate, individuate da ats valpadana assieme al Comune, con la georeferenziazione di Regione Lombardia, sarà possibile sottoporsi gratuitamente a tampone nasofaringeo. Nella mattinata di mercoledì saranno resi noti tutti i dettagli.

Il focolaio importante che ha colpito un’azienda della bassa parmense vede, tra gli altri, anche parecchi nostri residenti coinvolti. Sono lavoratori di una cooperativa che fornisce manodopera all’azienda.

Dopo i casi nei macelli e salumifici legati anch’essi a tali situazioni e onde evitare qualsiasi insorgere a livello di comunità di ulteriori problematiche, la decisione di Regione, Ats, Comune di Viadana e Casalmaggiore è di uno screening nelle zone con più residenti colpiti. Insieme si può”.

N.C.

 

© Riproduzione riservata
Commenti