Commenta

Atletica Interflumina più
forte del Covid: buona la
'prima' a Casalmaggiore

Mettersi in campo per organizzare soprattutto in questo periodo vuol dire avere a cuore i ragazzi e tutta la comunità

CASALMAGGIORE – L’Atletica torna a far sentire il suo battito. E lo fa nella regina delle prove, quelle multiple del Decathlon Uomini e dell’Eptathlon Donne. Lo fa in una giornata che si è aperta con un forte vento che ha rotto quasi tutti i gazebo montati per l’occasione. Un’occasione di quelle importanti, la prima manifestazione sportiva ufficiale del post Covid. Casalmaggiore capofila di una ripartenza difficile, ma non impossibile: l’Interflumina lo ha mostrato in maniera straordinaria: oltre 60 ragazzi al Campus, e poi questa giornata splendida, al di là del tempo.

La prima. Non poteva che essere organizzata dall’Interflumina, e non poteva che organizzarla Carlo Stassano. Stesso animo, stesso dinamismo, stesso cuore di sempre. Stessa passione per uno sport che – al di là delle capacità dei singoli – è prima di tutto educazione, inclusione, voglia di stare insieme. E’ un gigante Carlo. Una persona straordinaria con la saggezza dell’anziano e l’entusiasmo dei bambini. Una persona speciale.

Insieme a lui l’Atletica Interflumina ha dato sfoggio di tutte le proprie capacità organizzative, di tutta la sua forza: tanti volontari, tanti appassionati, tanti ragazzi hanno governato la macchina in un giorno in cui anche il tempo sembrava voler dire la propria. Neppure il vento, e neppure gli imprevisti hanno fermato la volontà di portare a termine il primo dei due giorni di gare: Campionato Regionale Assoluto di Prove Multiple, Decathlon Uomini, l’Eptathlon Donne e le gare individuali di 100 ostacoli, 110 ostacoli, 200 metri, 800 metri, lancio del disco e salto in lungo.

Si è trattato di un giorno importante ma – va detto conoscendo Carlo Stassano – un giorno in più per proiettarsi al futuro. “Il Covid è alle porte ma l’Atletica è più forte” campeggiava sul banner fatto dai ragazzi del Campus. L’Atletica è più forte ma lo è con le braccia e le gambe di quei ragazzi, lo è con la testa di Carlo, con il lavoro che non si è mai fermato. Lo è nei tempi di chi ha tempi nelle gambe e in quei ragazzini che tempi non ne hanno, ma sono lì a fare la loro parte, ed è (tra le tante cose viste) la più bella dell’intera giornata. L’Atletica è più forte quando offre un modello educativo in cui la performance è importante ma più importante è mettere in carreggiata uomini e donne preparati e capaci di vivere ed affrontare tutte le situazioni.

“Sono due mesi che siamo in campo per poter ridar vita con la nostra atletica al nostro mondo civile, sociale, amministrativo e sportivo. Abbiamo l’onore di avere con noi l’assessore allo sport e giovani Martina Cambiaghi con il collaboratore Stefano Casiraghi, il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni che non si dimentica mai ed è vicino all’Atletica leggera e allo sport in genere, il vicepresidente del comitato FIDAL Lombardia, Roberto Goffi, il presidente FIDAL provinciale Mario Pedroni, il sindaco di Rivarolo del Re Luca Zanichelli” ha spiegato Carlo Stassano. “Nel banner – ha proseguito il professore – abbiamo rappresentato un ostacolista che non sconfigge il Covid, ma lo supera. Non siamo succubi del Covid, non siamo violenti verso il Covid ma lo affrontiamo e lo superiamo, responsabilmente. E’ quello che abbiamo fatto con tanta fatica ma pure con tanta gioia per un intero mese con i nostri bimbi, 62, al campus. E’ stato un mese gratificante, abbiamo dato tutto e ricevuto tantissimo. E’ stata un’esperienza incredibile: ci credevamo, e ce l’abbiamo fatta. Gli atleti che sono qui oggi li ringrazio, sono pochi ma sono di grande qualità, un atleta viene dall’Abruzzo, un altro da Pisa e gli altri sono lombardi. Da qui riparte e rinasce l’Atletica, lombarda e speriamo italiana. Casalmaggiore è sempre pronta ad ospitare l’atletica lombarda e quella nazionale”.

“E’ bello ricominciare da qui, dall’Atletica – ha sottolineato il sindaco Filippo Bongiovanni – sempre pronta. L’Atletica Interflumina ha fatto tantissime cose anche in emergenza Covid e sono riusciti a mettere in piedi un Centro Estivo  per più di 60 bambini è stata una manna dal cielo e più ancora che per loro per i genitori. Si riparte a Casalmaggiore e si riparte con una gara ufficiale e son contento che sia di Atletica e di livello assoluto. Abbiamo fatto grandi investimenti in questi due anni. Quando è venuta Martina nel settembre 2018 c’era un impianto più piccolo, c’era una palestra che aveva bisogno di un restyling, e grazie ai fondi di regione Lombardia siamo riusciti a fare”.

“E’ un piacere venire a trovarvi – ha detto l’assessore Regionale Martina Cambiaghi – perchè l’accoglienza qui da voi è sempre tanto calorosa. Ed è bello vedere i progressi che sono stati fatti in questi due anni. Ringrazio il sindaco e ringrazio Carlo, che in questi mesi di lockdown comunque è stato un amico che mi ha dato dei consigli su come ripartire presto e in sicurezza, ed è merito suo se è nato il bando ‘E’ di nuovo sport’. Immagino che organizzare questo evento non sia stato semplice come non è semplice oggi organizzare altri eventi e manifestazioni sportive. Sono tantissime le disposizioni da seguire, tantissimi i regolamenti, tantissime le attenzioni da dover adottare per cercare di praticare sport in sicurezza. Ma quando c’è entusiasmo, gioia, voglia di mettersi in campo, di gettare il cuore oltre l’ostacolo questa è una soddisfazione enorme. Abbiamo passato tre mesi chiusi in casa, tre mesi molto tristi e bui, con l’emergenza sanitaria e sociale, adesso affrontiamo l’emergenza economica e vedere che c’è voglia di mettersi in pista, voglia di ricominciare, voglia di ritornare a fare sport, di ritornare a condividere emozioni e sensazioni che solo lo sport può dare. Mettersi in campo per organizzare soprattutto in questo periodo vuol dire avere a cuore i ragazzi e tutta la comunità”.

Nazzareno Condina 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti