Ultim'ora
Commenta

Shopping sotto le stelle 2.0.
Tre bravi ragazzi provano a far
uscire dal coma i giovedì casalaschi

31 i commercianti del centro che hanno risposto positivamente "E tutti ci hanno garantito che terranno aperto, anche perché ci sono i saldi ed è un'occasione per vendere". Intanto servirà far confluire gente

CASALMAGGIORE – Hanno deciso di prendere in mano la situazione, perché per come erano partiti, i primi due giovedì di shopping sotto le stelle erano stati una delusione. Del primo avevamo scritto, prendendoci le nostre, del secondo abbiamo evitato di farlo per non riprenderci le nostre. Perché a volte funziona così: dici che ci sono poche attività aperte, che non c’è gente perché si è creato un evento senza eventi, che non è andata proprio benissimo, fai foto e documenti quello che stai scrivendo e qualcuno si offende di brutto.

I primi due giovedì sono stati deludenti. Troppa paura forse, poca voglia di osare, poco sostegno delle associazioni di categoria ai commercianti, commercianti non sempre uniti. Ognuno ha la sua spiegazione. Dai fatalisti ai realisti le variabili sono tante. Ma, come scrivevamo,  una strada per migliorare se la si vuol trovare la si trova sempre.

Ci hanno pensato un trio di facce celebri in città. Giorgio ‘Tato’ Pognani, gestore di Piasa Vecia in piazza Turati, Carlos Silva, gelataio di via Cavour e Emanuele ‘lo Zero’ Piseri. Hanno tirato su una raccolta fondi tra i commercianti e cercato di elaborare una proposta organica fatta di microeventi in tutto il centro. “Abbiamo deciso di prendere in mano la situazione – spiega Giorgio Pognani – siamo stati all’ufficio tecnico, in comune e poi abbiamo fatto il giro dei commercianti. Devo dire che la risposta è stata più che positiva. Quasi tutti quelli interpellati hanno deciso di contribuire e il primo giovedì è interamente finanziato. Poi vedremo”.

31 i commercianti del centro che hanno risposto positivamente “E tutti ci hanno garantito che terranno aperto, anche perché ci sono i saldi ed è un’occasione per vendere”. Intanto servirà far confluire gente dopo i parziali insuccessi dei primi due giovedì. Cinque, come dicevamo, le iniziative in campo.

PIAZZA TURATI – Hamburger, panini, birra e musica. Quella del Collettivo Lem, un gruppo di ragazzi – tanti i musicisti conosciuti del casalasco – che non è mai lo stesso e si diverte a far musica. Proporranno un ‘Live cover per organi caldi’. Tutti da ascoltare e da scoprire.

PIAZZA GARIBALDI – Alle bancarelle degli artigiani locali e ai negozi e bar aperti si unirà uno spettacolo musicale. Si esibiranno infatti i 5Live, la party band che ‘vi farà sudare’.

VIA CAVOUR – Ad animare la via centrale della città ritorna (era venuto in occasione de La città dei bambini riscuotendo un enorme successo) il Bollaio Matto. due gli spettacoli previsti, uno alle 21 e uno alle 22. Mille sorprese riservate ai più piccoli ma divertenti anche per i più grandi.

VIA FAVAGROSSA – In via Favagrossa è tempo di ballare. Ad animare la via in cui i negozi saranno aperti e si potrà mangiare in strada il Dj barbuto Emiliano La Braca. Una serata che si preannuncia intensa, da non perdere.

VIA PORZIO – Spazio alla solidarietà. Ai Piaceri del Palato sarà possibile mangiare contribuendo alle attività del Centro Natura Amica di Gussola. Anche qui buona tavola e buona birra ad annaffiare il tutto.

Shopping sotto le stelle 2.0. Ricominciamo si legge sul manifesto. “Ci proviamo – aggiunge Giorgio – e poi vedremo. Speriamo di creare un po’ di movimento. Per i prossimi giovedì poi vedremo. Tanto dipende da come andrà questo”. C’era bisogno di una nota d’ottimismo e un po’ di sana follia, e loro ce la mettono tutta. Ora serve la partecipazione: su quella poi si costruirà il futuro dei prossimi appuntamenti in centro.

L’iniziativa ha il sostegno della Pro Loco ed il patrocinio dell’Amministrazione.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti