Ultim'ora
Commenta

San Giovanni, l'Asolana e le altre
arterie: colloquio Signoroni-Asinari
in vista del passaggio ad Anas

Va pensato un tracciato alternativo dato che l’Asolana, a San Giovanni in Croce così come a Casalmaggiore, taglia in due il centro abitato e dunque porta mezzi e traffico pesante - e pericolosi - in piena zona residenziale. I cittadini dopo l’investimento a danni di una ragazzina due anni fa proprio lungo l’Asolana, si erano mossi con una raccolta firme.

SAN GIOVANNI IN CROCE – Qualcosa si muove lungo l’Asolana. E lo fa in attesa del sospirato passaggio ad Anas che per il momento sembra ancora farsi attendere. Così si guarda in casa e si prova a risolvere il problema dall’interno, per così dire. Il Presidente della Provincia di Cremona Paolo Mirko Signoroni ha incontrato il Sindaco Pierguido Asinari di San Giovanni in Croce, dopo i sopralluoghi fatti in loco con i tecnici lungo vari tratti stradali.

Il Presidente Signoroni ha illustrato il prossimo intervento per circa 50.000 euro, che vedrà la riqualificazione del tratto di SP 9 in centro abitato per circa 600 metri ed altri interventi di manutenzione sul manto della SP 343, l’Asolana appunto, in attesa del prossimo ottobre, con il trasferimento di tale strada ad Anas. Ma oltre alla manutenzione, che è necessaria ma non risolverebbe del tutto i problemi, va pensato un tracciato alternativo dato che l’Asolana, a San Giovanni in Croce così come a Casalmaggiore, taglia in due il centro abitato e dunque porta mezzi e traffico pesante – e pericolosi – in piena zona residenziale. I cittadini dopo l’investimento a danni di una ragazzina due anni fa proprio lungo l’Asolana, si erano mossi con una raccolta firme per portare all’attenzione dell’opinione pubblica e della politica la pericolosità di quell’arteria viaria.

Per questo, tra gli altri interventi, si è affrontato il progetto della circonvallazione,  sulla base degli ipotetici tracciati già previsti e per il quale andrebbe ricercato adeguato finanziamento regionale (peraltro questa ipotesi viaria è fra le opere compensative nel progetto dell’autostrada Cremona-Mantova finanziata dalla stessa Regione). Tale complesso ed importante intervento andrebbe a sollevare il centro abitato di buona parte del traffico veicolare ma al momento siamo ancora nel campo dell’ipotesi e la strada più semplice appare proprio quella dell’opera compensativa dell’autostrada regionale. Infine, è stato affrontato il progetto della rotatoria tra la Sp343 e la Sp 87, di cui si è alla ricerca delle risorse finanziarie. Prossimamente sono in programma altri sopralluoghi in diversi territori della provincia, a confronto con i Sindaci, su questioni sempre infrastrutturali e di sviluppo locale: le stesse affrontate nel Casalasco negli ultimi giorni, prima che a San Giovanni, anche a Gussola, dove sarà finanziata col Piano Marshall della Regione la ciclabile che collega a Martignana di Po, a Casalmaggiore e nei comuni dell’Unione Foedus.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti