Commenta

Comitato TPT, Ponte e
Ferrovia, l'ennesimo
appello sull'onda di Colorno

Le formuliamo rispettosa istanza, affinchè anche l'Amministrazione Comunale di Casalmaggiore invii richiesta al Ministro interessando anche i deputati e consiglieri regionali del nostro territorio
Foto: Cristiano Antonino

CASALMAGGIORE – Chiede un intervento comune il Comitato TrenoPonteTangenziale al sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni. Perché Colorno ha già preso posizione scrivendo al Ministro De Micheli relativamente al ponte e l’appoggio del primo cittadino di Casalmaggiore darebbe più forza alla missiva. Il Comitato chiede inoltre che da Filippo Bongiovanni parta richiesta di uguale impegno per la linea Parma Brescia.

“Alleghiamo alla presente la lettera del Sindaco di Colorno inviata al Ministro delle Infrastrutture. Le formuliamo rispettosa istanza, affinchè anche l’Amministrazione Comunale di Casalmaggiore invii richiesta al Ministro interessando anche i deputati e consiglieri regionali del nostro territorio, affinchè le problematiche relative al ponte sul Fiume Po di Colorno Casalmaggiore e lo stato di abbandono della linea ferroviaria Brescia-Parma restino sempre alla costante attenzione delle autorità competenti. Cordiali saluti, il comitato trenopontetangenziale”.

Quella sotto la lettera di Cristian Stocchi, sindaco di Colorno.

Onorevole Ministra De Micheli,

Le scrivo a nome della nostra Comunità, con il supporto unanime del Consiglio comunale di Colorno, che condivide e idealmente sottoscrive senza distinzioni questa missiva, per sottoporLe l’ormai indifferibile e urgente questione del ponte sul Po di Colorno-Casalmaggiore.

Come certamente saprà, la struttura esistente, a seguito dei lavori di ripristino, si profila di breve durata, essendo stato stimato un tempo di vita di circa dieci anni, di cui uno è già trascorso. 

Peraltro, il processo di ammaloramento potrebbe – temiamo – risultare più rapido del previsto, a causa delle motivazioni che vado a esporre. Per quanto sia previsto un sistema di monitoraggio dei carichi sulla struttura esistente, evidenziamo la mancanza di un rilevamento puntuale della velocità e dei pesi dei singoli veicoli con sanzioni conseguenti per chi non rispetta tali limiti. Non solo. Alla luce delle attuali condizioni di ponte Verdi e di altri ponti sul Po, che rendono (o potrebbero rendere) necessari provvedimenti di limitazione o chiusura temporanea, si profilano inoltre prospettive poco rassicuranti, dovute ai carichi aggiuntivi che queste condizioni generali di criticità comporteranno sul ponte di Colorno-Casalmaggiore.

In considerazione di quanti disagi e quante drammatiche difficoltà sono state vissute nel recente passato dalle nostre comunità rivierasche, a seguito della prolungata chiusura del ponte esistente, è del tutto evidente che la sola prospettiva che tale situazione abbia a ripetersi è per noi del tutto inaccettabile. D’altra parte, per evitare una nuova chiusura occorre non perdere nemmeno un giorno di tempo e attivarsi per garantire i finanziamenti e stimolare un celere iter realizzativo del nuovo manufatto.

Se, infatti, la progettazione del nuovo ponte è già stata finanziata, non si può dire purtroppo lo stesso per la realizzazione dell’opera, di cui non si hanno ancora riscontri.

Per questo motivo, in considerazione dell’urgenza della situazione, Le rappresentiamo la richiesta, ormai indifferibile, di finanziare la realizzazione del nuovo ponte, dando certezze sui tempi effettivi di avvio lavori, tenuto conto anche dell’auspicabile completamento dell’iter del passaggio di competenza ad Anas.

Auspichiamo inoltre che, come fatto dal suo predecessore, Lei, anche come deputato eletto nel nostro territorio, possa al più presto venire a Colorno per un sopralluogo, insieme ai tecnici del Ministero e ai tanti rappresentanti delle istituzioni che si stanno impegnando per la risoluzione di questo cruciale problema. Sarebbe un primo segnale importante di attenzione ai nostri territori, che attendono quanto prima riscontri concreti.

Siamo fermamente convinti che questa questione non possa essere circoscritta all’impegno di singole forze politiche, ma richieda uno sforzo trasversale e unanime da parte di tutti i rappresentanti del nostro territorio. A partire da chi, come Lei, ha un primario e decisivo ruolo istituzionale nel determinare l’iter progettuale e realizzativo verso il nuovo ponte.

RingraziandoLa per l’attenzione e certo di un suo pronto e concreto riscontro, Le porgo i più cordiali saluti da parte mia, degli Assessori, dei Consiglieri e di tutta la Comunità di Colorno.

Il Sindaco Christian Stocchi

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti