Ultim'ora
Commenta

Andrea Devicenzi, da domani
è via Postumia: 48 tappe,
930 km "Da mare a mare"

La sana follia è da sempre il motore del mondo e l'unica vera emozione che vale la pena di essere sempre vissuta. Andrea è già in viaggio. Anzi, a voler vedere, lui è uno di quelli che non si è fermato mai

GRADO (GORIZIA) – Da mare a mare, come gli antichi mercanti e gli antichi viaggiatori. A passo più lento, senza cercare l’impresa come in passato. Invecchiando si cambia un poco. E a volte si migliora: non nelle prestazioni fisiche, su quelle poco si può fare con l’avanzare degli anni, ma nell’anima. Andrea Devicenzi è un’antico viaggiatore, un Marco Polo alla scoperta sempre di qualcosa. E poco importa poi che la cerchi dentro o nelle persone che incontra. Qualcosa di nuovo c’è sempre da scoprire, e da imparare. Dentro e fuori ognuno di noi.

Via Postumia (con l’aggiunta della tappa Grado Aquileia per toccare le due acque), da mare a mare, da Grado a Genova. 48 tappe, 930 chilometri di pianura, se si eccettuano le ultime due tappe. Non più di 30 chilometri al giorno. Quasi tutte di continuo, con solo brevi intervalli di qualche giorno per ricaricare le pile. 56 giorni di cammino, arrivo il 17 ottobre a Genova. L’ha studiata bene anche questa volta. Tappe brevi, passo più veloce (si è allenato per ‘mangiare’ un chilometro in più all’ora rispetto al suo ritmo abituale, è calato anche di 7 chili recuperando il suo peso forma) ma spostamenti tutti fattibili nella mattina. Il pomeriggio e la sera poi saranno dedicati ad un altro viaggio. Quello nelle città e negli uomini che incontrerà per strada.

Un tempo era solito sfidare se stesso, abituato a confrontarsi sempre con i propri limiti scalava montagne, percorreva strade impervie anche per chi le gambe le possiede entrambe. Correva contro il tempo, spavaldo e fermamente convinto che i limiti umani fossero fatti per essere affrontati e spesso superati. Ne ha superati tanti. Oggi l’Andrea Devicenzi maturo non ha più bisogno di dimostrare nulla a nessuno, e paradossalmente non ha più bisogno neppure di sfidare se stesso. Partirà con le sue stampelle, le Katana che si è disegnato e realizzato. Col suo passo, le sue parole e il suo sorriso. Partirà dopo essersi preparato come sempre, ma senza l’assillo del capire se ce la farà o meno. Ce la farà. Questo è scontato anche se “Un po’ di preoccupazione c’è sempre e questa volta, dopo il Covid, anche qualcuna in più. Ma parto con fiducia, non ci si arrende, non ci si deve arrendere mai”.

Saranno due le persone che lo seguiranno in tutto il percorso. Luca Rovelli, che lo segue per foto e video e Bianca Barandoni che si occuperà della comunicazione. Gli altri compagni di viaggio li scoprirà di volta in volta, tappa per tappa. Conoscerà altri guerrieri, a volte mercanti, ed altre ancora viaggiatori come lui. Conoscerà i ‘regnanti’ di 25 comuni diversi sulla strada. Arriverà anche a Cremona, Casalmaggiore, Sabbioneta e Martignana Po.

Pernotterà in ostelli, agriturismi, hotel, case di amici. Sarà protagonista di incontri e dibattiti, e da motivatore quale è per professione (e un po’ per vocazione) spiegherà a tutti che la vita va affrontata, che le risorse spesso le abbiamo dentro e molte di più di quelle che crediamo. Che non importa come sei, quante gambe hai, quale sia la tua forza: c’è sempre un limite che può essere superato, c’è sempre un’alba che va conosciuta. C’è sempre un cammino, una strada, un motivo per cui guardare avanti. E c’è sempre un tempo per arrendersi, ma è sempre molto più in là del provarci.

Lo aveva promesso: quello di quest’anno sarebbe stato un cammino alla scoperta di quello che rende la nostra terra straordinariamente unica: tipicità, storie, persone, aziende. E il messaggio di Andrea ha ancora più valore adesso, in un periodo in cui usciti dal ‘disastro’ Covid19′, siamo un po’ tutti alla ricerca di una dimensione più umana, di una riscoperta di tutto ciò che ci caratterizza: artigiani, natura, lavoro, strade, cammini, storia, tradizioni, usi, costumi, cucina.

La prima tappa, quella di domani, non prevede neppure cammini. Sarà a Grado, incontrerà l’amministrazione e – proprio per la sete di conoscenza e di nuove esperienze – sarà nella Riserva naturale della foce dell’Isonzo. Lì vivono 22 cavalli Camargue, protetti perché a rischio estinzione. Andrà a vederli. Perché poi, in fondo, gli somigliano anche. Liberi, mai completamente domi. Fieri e perle rare.

Tanti i partner che lo seguiranno. Avrà il patrocinio, tra le altre aziende, di due aziende cremonesi: Padania Acque e Padania Latte. Hanno anche loro sposato la sua causa. In collaborazione con NCS LAB di Carpi, azienda leader che collabora in moto GP e con grossi partners mondiali verrà realizzato il primo studio cinematico sulla postura e sul consumo energetico per chi utilizza le stampelle, con primo studio comparativo tra stampelle tradizionali e Katana. Un vero e proprio studio scientifico. Tra i vari partner ci siamo anche noi di OglioPoNews. Daremo conto di tutte le tappe, seguiremo il nostro Marco Polo e le sue scoperte sulla strada. Tra gli altri patners Solpelotic, Hertz, Quixa, Bercella,

Che ci piacciono i folli credo ve ne siate resi conto da tempo. La sana follia è da sempre il motore del mondo e l’unica vera emozione che vale la pena di essere sempre vissuta. Andrea è già in viaggio. Anzi, a voler vedere, lui è uno di quelli che non si è fermato mai.

Nazzareno Condina

LE TAPPE:

0 21 agosto 2020 Grado Aquileia 11
1 22 agosto 2020 Aquileia Joannis 20
2 23 agosto 2020 Joannis San Giorgio di Nogaro 22
3 24 agosto 2020 San Giorgio di Nogaro Precenicco 19
4 25 agosto 2020 Precenicco Latisana 16
5 26 agosto 2020 Latisana Concordia Sagittaria 25
6 27 agosto 2020 Concordia Sagittaria San Stino di Livenza 20
7 28 agosto 2020 San Stino di Livenza Oderzo 24
8 29 agosto 2020 Oderzo Musile di Piave 31
9 30 agosto 2020 Musile di Piave Portegrande 18
10 31 agosto 2020 Portegrande Casale sul Sile 12
11 1 settembre 2020 Casale sul Sile Treviso 16
12 2 settembre 2020 Treviso Badoere 15
13 3 settembre 2020 Badoere Castelfranco Veneto 20
14 4 settembre 2020 Castelfranco Veneto Cittadella 18
15 5 settembre 2020 Cittadella Piazzola sul Brenta 16
16 6 settembre 2020 Piazzola sul Brenta Quinto Vicentino 23
17 7 settembre 2020 Quinto Vicentino Vicenza 15
18 14 settembre 2020 Vicenza Brendola 16
19 15 settembre 2020 Brendola Lonigo 17
20 16 settembre 2020 Lonigo Zevio 32
21 17 settembre 2020 Zevio Verona 25
22 18 settembre 2020 Verona Pescantina 16
23 19 settembre 2020 Pescantina Peschiera del Garda 24
24 20 settembre 2020 Peschiera del Garda Volta Mantovana 22
25 21 settembre 2020 Volta Mantovana Rivalta sul Mincio 23
26 22 settembre 2020 Rivalta sul Mincio Mantova 15
27 23 settembre 2020 Mantova Scorzarolo 26
28 24 settembre 2020 Scorzarolo San Martino dell’Argine 26
29 25 settembre 2020 San Martino dell’Argine Sabbioneta 15
30 26 settembre 2020 Sabbioneta Martignana di Po 18
31 1 ottobre 2020 Martignana di Po Solarolo 17
32 2 ottobre 2020 Solarolo Stagno Lombardo 19
33 3 ottobre 2020 Stagno Lombardo Cremona 15
34 4 ottobre 2020 Cremona San Nazzaro 20
35 5 ottobre 2020 San Nazzaro Piacenza 26
36 6 ottobre 2020 Piacenza Castelnovo Val Tidone 26
37 7 ottobre 2020 Castelnovo Val Tidone Montecucco 14
38 8 ottobre 2020 Montecucco Monteguzzo 19
39 9 ottobre 2020 Monteguzzo Casteggio 23
40 10 ottobre 2020 Casteggio Voghera 18
41 11 ottobre 2020 Voghera Berzano di Tortona 18
42 12 ottobre 2020 Berzano di Tortona Spineto Scrivia 20
43 13 ottobre 2020 Spineto Scrivia Serravalle 23
44 14 ottobre 2020 Serravalle Bosio 15
45 15 ottobre 2020 Bosio Agriturismo La Sereta 22
46 16 ottobre 2020 Agriturismo La Sereta Pontedecimo 21
47 17 ottobre 2020 Pontedecimo Genova 17

© Riproduzione riservata
Commenti