Ultim'ora
Commenta

Fabio Merlino in campo
con Alessia Minotti: "Disabilità,
tante le cose da fare"

Il nostro territorio deve superare un modello non più attuale arrivando ad aumentare, sino alla completa fruibilità, la presenza di rampe che agevolino l’ingresso nei luoghi pubblici o nei locali

VIADANA – Classe ‘90, imprenditore viadanaese, capitano dei #Macron ASD Warriors Viadana WH (Serie A1 – Hockey in carrozzina) ed instancabile ambasciatore dei diritti dei portatori di disabilità ed atrofie. Fabio Merlino, 30enne gestore del Macron Store Viadana cittadino e figlio del compianto del Tenente Filippo Merlino, ha deciso di scendere in campo, sposando il percorso politico, civico e volto a dare voce alle proprie battaglie, della lista “under 35” Generazione Viadana.

“Un sistema di viabilità funzionante è un segno tangibile di civiltà – sostiene con forza il Candidato al Consiglio Comunale Fabio Merlino – Non si tratta di tutelare solamente i portatori di disabilità, bensì i cittadini tutti, anziani inclusi, che ne potrebbero beneficiarne vedendosi semplificati gli spostamenti incentivando al contempo il commercio. Oggi Viadana, in merito alle problematiche sulla viabilità, si presenta come una città “superata” che necessita una celere valutazione in merito alla possibilità di abbattimento delle numerose ed inutili barriere architettoniche”.

“Urge un progetto sul tema della disabilità più ampio e mirato: la mia proposta, recapitata alla Candidata Alessia Minotti, prevede l’efficientamento dello sportello comunale adibito al disbrigo di tutte le pratiche burocratiche attualmente necessarie per molteplici necessità: dalla prenotazione di una semplice visita, a situazione più articolate.

Il nostro territorio deve superare un modello non più attuale arrivando ad aumentare, sino alla completa fruibilità, la presenza di rampe che agevolino l’ingresso nei luoghi pubblici o nei locali. Contestualmente propongo un’accurata mappatura degli “scivoli” dei marciapiedi, nella grande maggioranza dei casi non fruibili dalle carrozzine elettriche e/o manuali.

Inoltre – incalza Merlino con uno sguardo volto al commercio cittadino – penso alle molte aziende che circondano il nostro territorio, le quali ricevono forniture da regioni diverse o addirittura dall’estero: su questo punto siamo al cospetto di una situazione disastrosa, che ci vede colpevolmente privi di appositi spazi per la sosta dei mezzi pesanti e senza luoghi adibiti al ristoro ed al riposo dei conducenti. In questo caso non sono a denunciare solamente un danno d’immagine e di fruibilità, ma un vero e proprio ammanco economico. Non trattandosi di un problema strettamente cittadino, bensì zonale, Viadana ha l’occasione storica di rendersi “ammiraglia” del territorio in questo particolare ambito.

Infine – chiude Merlino – vorrei portare all’attenzione generale la marcata difficoltà, per i portatori di disabilità, nell’accedere ai mezzi di trasporto pubblici. Trovo inammissibile che se un disabile voglia spostarsi, e possa farlo in maniera indipendente, debba prenotare giorni prima la propria corsa in autobus al fine di trovare, nella data prefissata, l’apposita pedana (sperando sia poi funzionante). A tal proposito stiamo studiando la possibilità di realizzare accordi con le varie compagnie di trasporto affinché ogni autobus che passi da #Viadana sia predisposto per la salita e la discesa delle carrozzine. Ci impegneremo ad intavolare collaborazioni in tal senso anche con Comuni limitrofi e al fine di agevolare i collegamenti con le Città più grandi come Reggio Emilia, Parma, Cremona e Mantova”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti