Ultim'ora
Commenta

Bernardo Lanzetti
eternamente giovane, due ore
di entusiasmo all'Eridanea

Doveroso citare in conclusione le qualità e l'affiatamento dell'intero gruppo con il prestigioso chitarrista Andrea Cervetto, i due Frassanito, padre e figlio, il bassista Piero Canavera con Chicco al basso

CASALMAGGIORE – Se chiedere l’età ad una signora può apparire sconveniente, formulare la medesima richiesta a Bernardo Lanzetti creerebbe perlomeno sorpresa e stupore. Un ‘ragazzo eternamente giovane’ la cui voce, l’energia e l’aspetto fisico non sono cambiati nemmeno ad un passo dal compimento dei 72 anni.

Molti cercano l’elisir di lunga vita, la proteina che ti mantenga in forma e osservando l’artista casalasco vien da pensare che la formula magica stia proprio dentro la sua musica generando oltretutto un effetto simile e contagioso sulle persone che assistono ai sui concerti. Nessuno riesce a stare seduto e non si può fare a meno di muoversi e scatenarsi.

Questo è successo ieri sera nei giardini della Canottieri Eridanea, splendido teatro naturale dove poter assistere a questo genere di spettacolo lontano dai rischi degli ambienti chiusi. Dopo le melodie della settimana precedente con violino e pianoforte, ieri sera è arrivato un vero e proprio uragano (non in senso metereologico per fortuna) attraverso il rock di Bernardo Lanzetti ed i suoi friends.

Una esibizione alla grande, estasiante, eccitante ed entusiasmante per l’energia prodotta e distribuita per  due ore abbondanti di piacere fisico e mentale. Tanti sono andati indietro con la memoria agli anni degli ‘Immortali’, ‘Acqua Fragile’, ‘Pfm’ e il ricordo che si riaffacciava era quello di un Bernardo con la stessa voce, la stessa faccia, la stessa grinta di allora. Con l’aggiunta di quella sapiente maturità acquisita con l’esperienza di una lunga carriera.

La serata è scivolata sulle emozioni generate da brani indimenticabili appartenuti a giganti della musica leggera come Joe Cocker, The Animals, Eagles, Jimmy Hendrix comprendendo composizioni dello stesso Lanzetti come ‘Una sera che piove’ portata al successo da Loredana Bertè. Alla fine tra il pubblico lo stesso Bernardo è andato a pescare l’amico di vecchia data Angelo Angiolini con cui ha eseguito un’affascinante pezzo di Bob Dylan.

Doveroso citare in conclusione le qualità e l’affiatamento dell’intero gruppo con il prestigioso chitarrista Andrea Cervetto, i due Frassanito, padre e figlio, il chitarrista Piero Canavera con Chicco al basso. Splendida serata e splendido spettacolo dove il rock, la musica d’autore ed un interprete eccezionale hanno regalato tante emozioni grazie ad una grande esibizione.

Ros Pis (Foto: Aldo)

© Riproduzione riservata
Commenti