Ultim'ora
Commenta

Rubano Parmigiano dalla ditta
dove lavorano e le rivendono
nei guai un viadanese

L’attività, come spiega la Gazzetta di Reggio, ha permesso il recupero anche di tre forme di Parmigiano Reggiano rubate al caseificio e cedute dal casaro a un’azienda di Treviso. Il casaro 40enne è anche accusato del furto di gasolio dalla cisterna del caseificio.
Foto Gazzetta di Reggio

GATTATICO/VIADANA – Rubavano forme di Parmigiano Reggiano dop dal caseificio nel quale lavorano per rivenderle a prezzi scontati e così arrotondare. Sono finiti nei guai due uomini, uno di 40 anni residente a Campegine e uno di 67 anni di Viadana, che lavoravano presso un caseificio della zona di Gattatico. L’uomo di 40 anni era il casaro, il 67enne, invece, il suo aiutante.

L’attività, come spiega la Gazzetta di Reggio, ha permesso il recupero anche di tre forme di Parmigiano Reggiano rubate al caseificio e cedute dal casaro a un’azienda di Treviso (che aveva effettuato l’acquisto in buona fede). Il casaro 40enne è anche accusato del furto di gasolio dalla cisterna del caseificio: come ampiamente documentato dalle immagini delle telecamere, ha infatti riempito spesso il serbatoio della sua auto utilizzando il carburante riposto nella cisterna aziendale. Proprio le telecamere hanno consentito di arrivare alla soluzione del rebus da parte dei carabinieri di Gattatico: i furti erano stati perpetrati per mesi ai danni del caseificio.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti