Ultim'ora
Commenta

Casalmaggiore, ecco
l'atteso intervento al tetto
della parte nuova del cimitero

I lavori sono di manutenzione ordinaria, viene precisato, il committente è il comune di Casalmaggiore, la progettista e il direttore lavori la geometra Laura Cortellazzi. Coordinatore della sicurezza è invece il geometra Daniele Martani.

CASALMAGGIORE – Le prime segnalazioni erano arrivate un paio di anni fa: da parte di cittadini che si erano rivolti anche al nostro sito per rendere noto un problema che iniziava a farsi un po’ preoccupante. Quello delle infiltrazioni dal tetto del cimitero comunale di Casalmaggiore, in particolare nella parte nuova della struttura, che si trova verso il passaggio a livello del parco Bodana Bastoni.

Le infiltrazioni, infatti, avevano creato crepe più grandi che consentivano all’acqua piovana il passaggio con conseguente rischio per la tenuta dei loculi e, alla lunga, per la stessa copertura. I lavori sono di manutenzione ordinaria, viene precisato, il committente è il comune di Casalmaggiore, la progettista e il direttore lavori la geometra Laura Cortellazzi. Coordinatore della sicurezza è invece il geometra Daniele Martani. I loculi al piano terra, nella parte interessata dai lavori, che al momento riguardano soltanto metà della copertura, sono stati transennati creando così un piccolo cantiere in sicurezza. Un intervento necessario prima dei mesi freddi e invernali, decisamente più piovosi: le macchia e le infiltrazioni, infatti, si notavano, pur con qualche difficoltà in più e in una zona un po’ meno estesa, anche nel soffitto che separa la struttura, distinguendo tra primo e secondo piano dei loculi. Come a dire che l’acqua, scendendo, alla fine aveva preso spazio pure al piano di sotto aumentando la propria azione erosiva. L’intervento, circoscritto e costato 30mila euro, ha evitato il peggio. Soddisfacendo così le richieste, negli ultimi due anni, dei parenti dei cari estinti che in quella zona trovano il loro eterno riposo, onde evitare guai strutturali più seri nel tempo.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti