Ultim'ora
Commenta

Sfiducia Fontana. M5S
protesta in aula: scatoloni
per trasloco agli assessori

Massimo De Rosa, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Nell’interesse dei lombardi, Fontana, i suoi Assessori e questa maggioranza devono andare a casa".

Nel corso della discussione sulla mozione di sfiducia al Presidente Fontana, il M5S Lombardia ha portato nell’aula del Consiglio regionale della Lombardia alcuni scatoloni da trasloco, ognuno etichettato con il nominativo di un Assessore regionale e del Presidente, per protestare sulla gestione dell’emergenza Covid. Andrea Fiasconaro, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Nell’interesse dei lombardi, Fontana, i suoi Assessori e questa maggioranza devono andare a casa. Hanno dato prova per mesi di incompetenza e incapacità. Non sono assolutamente in grado di gestire la nuova fase della pandemia e il rilancio della Lombardia. Cittadini e imprese non meritano di essere danneggiati ulteriormente da una amministrazione che non sa ammettere i propri errori, cambiando strategia. Un’amministrazione che pretende di avere l’autonomia senza sapere usare quella che ha già, per esempio nella Sanità. La Lombardia ha bisogno urgente di ripartire per un futuro migliore”, conclude Fiasconaro.

“Un atto d’amore nei confronti della Lombardia. Non ce l’abbiamo con la Lega, qui il colore c’entra poco. Vogliamo però bene ai cittadini lombardi e siamo qui per ascoltare chi ci chiede aiuto e supporto. La giunta ha spiegato Marco Degli Angeli consigliere del gruppo M5s di regione Lombardia “ci ha accusato di di dire menzogne e ci ha attaccato facendo mera demagogia. Non ci siamo però scordati di tutte le girandole di dichiarazioni che hanno caratterizzato il periodo clou dell’emergenza sanitaria. Questo il motivo per cui chiediamo che la Giunta si dimetta. Questo perché – aggiunge perentorio Degli Angeli – la Giunta ha solo pensato a fare propaganda, trasformando la nostra istituzione in una agenzia di marketing a loro uso e consumo. Hanno pensato – aggiunge – solo a difendere la loro immagine a fini elettorali senza pensare alle conseguenze delle loro politiche sui cittadini”. Dalle parole ai fatti, verrebbe da dire. Se quella dei consiglieri pentastellati è stata una richiesta depositata in modo formale, presso la seduta consiliare si è assistito ad un atto pratico: “Abbiamo preparato gli scatoloni mostrandoli durante il nostro intervento. È la nostra metafora, forte ed incisa – precisa Degli Angeli -, per comunicare al presidente Fontana come la miglior scelta sarebbe quella di preparare le proprie cose e lasciar spazio ad una politica più efficace ed efficiente che ha davvero a cuore la salute dei cittadini”.

 

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti