Commenta

Benessere e salute tra
storia e attualità: quattro
incontri organizzati ad Asola

Una riflessione che in tempo di pandemia ci porta ad osservare come nei vari momenti storici l’essere umano sia stato chiamato a lottare per la sua salute, spesso cercando capri espiatori nell’altro oppure trovando salvezza nella fede. A raccontarci l’essere umano, la paura della malattia e la speranza di guarigione sono quattro incontri.

ASOLA – Mai come in questo periodo abbiamo capito quanto la  salute sia importante nella nostra vita. Migliorare le nostre condizioni fisiche e mentali porta ad un aumento del benessere quotidiano. La rassegna proposta dall’Amministrazione Comunale e dall’Assessorato alla cultura “Benessere e salute tra storia e attualità” è un percorso per capire come affrontare la malattia, nelle sue molteplici sfaccettature.

Una riflessione che in tempo di pandemia ci porta ad osservare come nei vari momenti storici l’essere umano sia stato chiamato a lottare per la sua salute, spesso cercando capri espiatori nell’altro oppure trovando salvezza nella fede. A raccontarci l’essere umano, la paura della malattia e la speranza di guarigione sono quattro incontri. Il primo si è già tenuto il 12 con Arianna Piva, naturopata ed educatrice Power Vision System, che ha presentato “Risveglia i tuoi occhi. La ginnastica per vedere meglio” per prevenire, rallentare, fermare o migliorare i difetti visivi.

Il 18 ottobre alle ore 16.30 al Museo civico “G. Bellini” Simona Guaresi psicoterapeuta, Carlo Picchietti cartografo e Gianni Bergamaschi agiografo descriveranno “Il cammino di Santa Giulia tra terra e cielo lungo i passi dell’interiore”. Un itinerario, naturalistico e spirituale, evocativo della traslazione longobarda del corpus Sanctae Iuliae. Il 12 novembre alle ore 21.00 in Sala dei Dieci presso il Palazzo Municipale Giordano Busi, Palmiro Alquati, Mario Riccio e Don Anselmo Ferraroni con “La malattia interroga l’anima. DAT, testamento biologico e fine vita” moderatore Sergio Desiderati. A conclusione il 22 novembre alle ore 16.30 al Museo civico “G. Bellini” Giovanna di Re darà spazio alla letteratura con “Flagelli e vittime: il racconto della peste ne “I Promessi Sposi” e in letterari dintorni”. 

INGRESSO GRATUITO – PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Museo civico “G. Bellini”, Via Garibaldi 7
0376 733075 museo@comune.asola.mn.it

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti