Ultim'ora
Commenta

Viadana, Alessandro Cavallari
respinge le accuse: "Noi attenti
alle tematiche ambientali"

A proposito delle critiche ricevute qualche giorno fà sul nostro 'presunto' scarso impegno sull'ambiente... a noi non sembra proprio... anzi. Dopo anni di stasi tutto stà cominciando a correre...

VIADANA – Attenti alle questioni ambientali. Respinge le critiche dei giorni scorsi la giunta Cavallari, snocciolando tuttauna serie di interventi proprio in campo ambientale. E’ lo stesso sindaco facente funzioni Alessandro Cavallari ad intervenire.

“A proposito delle critiche ricevute qualche giorno fà sul nostro ‘presunto’ scarso impegno sull’ambiente… a noi non sembra proprio… anzi. Dopo anni di stasi tutto stà cominciando a correre…”

PROGETTI AMBIENTALI

GARA RIFIUTI : Il principale progetto del settore ambiente per il mandato 2015 – 2020 è stata la gara per l’affidamento del servizio di igiene urbana che ha interrotto il monopolio di Mantova Ambiente Spa incaricata di volta in volta con affidamenti diretti di dubbia legittimità. Grazie al bando emesso è stato possibile ottenere nuovi servizi quali l’Info Point al servizio del cittadino, un sito internet dedicato alla raccolta rifiuti con form interattivi per segnalazioni e prenotazioni, la distribuzione porta a porta dei sacchetti per la raccolta differenziata, la distribuzione dei sacchetti agli ambulanti del venerdì, cassonetti differenziata ed ecobox per le manifestazioni, l’introduzione della raccolta del verde con apposito contenitore che ha permesso di superare la precedente “disordinata” raccolta a favore di un sistema che ha portato decoro nei conferimenti, oltre a tutelare la salute degli addetti ai lavori, la distribuzione gratuita dei composter, raccolta abbandoni quotidiana su segnalazione ( prima una volta alla settimana : il sabato ), la riqualificazione del centro di raccolta comunale con orari ampliati, accesso tramite tessera sanitaria per garantire l’accesso ai soli utenti viadanesi e consentire di premiare i più assidui, un nuovo sistema di pesatura sempre a punti , la risistemazione della recinzione e un nuovo impianto di videosorveglianza, l’apertura del CENTRO DEL RIUSO, importante sevizio diretto al recupero dei beni che l’utente intende “buttare” ma ancora utilizzabili da parte di chi ne ha bisogno, l’ampliamento del chilometraggio dello spazzamento con introduzione dei divieti di sosta per rendere più agevole ed efficace la pulizia, il lavaggio mensile dei portici ( divenuto settimanale in periodo di emergenza Covid ) e non ultimo, il nuovo servizio di diserbo marciapiedi, introdotto nel mese di agosto 2020. E’ il tutto con un risparmio dei costi pari all’11,80 percento che si è riversato sulla bolletta TARI e un incremento della percentuale di differenziata che ha superato l’80%.
CONTRASTO ALL’ABBANDONO DEI RIFIUTI : Il territorio comunale è, purtroppo, sempre più interessato dal fenomeno dell’abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni specie. Purtroppo la cronaca, sia locale che nazionale, ci mostra come questa situazione sia estremamente diffusa in tutti i territori, senza eccezione, con amministratori impegnati quotidianamente a trovare soluzioni per contrastare tale fenomeno. L’Amministrazione Comunale Viadanese ha deciso di agire in modo deciso contro questa inciviltà diffusa. Si è pensato di operare su diversi fronti:

– Collaborazione tra Polizia Locale e gestore del servizio per individuare i colpevoli, anche con l’ausilio di telecamere ed altri mezzi che la tecnologia mette a disposizione (fototrappole)

– inasprimento delle sanzioni per l’abbandono rifiuti

– censimento di tutti le persone che occupano immobili nel Comune di Viadana, per individuare i soggetti non residenti che non risultano censiti ai fini del servizio rifiuti e relativa tassazione

– spostamento dei cassonetti per la raccolta dei vestiti presso il Cdr in quanto divenuti luoghi di abbandono costante di rifiuti di ogni genere.

– Raccolta abbandoni quotidiana su segnalazione

– Organizzazione giornate dedicate alla pulizia del territorio

– Messa disposizione dei cittadini strumenti che permettano di trasmettere le segnalazioni sugli abbandoni.

1. AL NUMERO VERDE da fisso e cell: 800 969 851

2. ALL’Indirizzo Mail: igieneurbana.viadana@sesaeste.it

3. TRAMITE l’apposita sezone del portale www.riciclaviadana.it

4. DIRETTAMENTE ALL’INFO POINT SESA Spa – ADIGEST Srl sito in Via Roma

La segnalazione da parte dei cittadini è fondamentale per intervenire immediatamente e individuare i colpevoli.

PROGETTO VIADANA PLASTICA FREE : Il Comune di Viadana si è posto come progetto importante la riduzione della produzione della plastica e ove non è possibile ( visto che obbiettivamente eliminare l’utilizzo della plastica dall’oggi al domani è praticamente impossibile ), introdurre strumenti in grado di permettere di conferire in modo corretto e diretti a promuovere il recupero ed il riciclo del materiale.

Al fine di raggiungere tali obiettivi si è provveduto a

– Installare 3 casette dell’acqua. Due già operative a Viadana e San Matteo e la terza in corso di installazione presso la frazione di Cicognara

– Installare le fontanelle dell’acqua presso i plessi scolastici con distribuzione di borracce gratuite agli studenti. La prima fontanella è stata installata presso l’istituto Vanoni che nel mese di febbraio 2020 ha ospitato la cerimonia di inaugurazione e la distribuzione, grazie alla collaborazione di una ditta operante sul territorio, di 1.800 borracce con il Logo del Comune di Viadana a tutti gli studenti. Poi causa covid i lavori di installazione si sono interrotti ma la ditta ha garantito di completare le fontanelle in tutti i plessi scolastici entro la fine dell’anno. Un’altra fontanella è stata prevista presso il Campo Sportivo di Via al Ponte.

La spesa è già stata completamente impegnata e finanziata con le maggiori entrate da attività di recupero tributario.

– Installare 8 eco compattatori presso i plessi scolastici e gli immobili comunali al fine di consentire un corretto ed efficace sistema di riciclo delle bottigliette in plastica nei casi in cui non sia proprio possibile evitarne l’uso.

PROGETTO COMPOSTAGGIO : Il Comune di Viadana si è impegnato a incentivare il compostaggio domestico confermando la riduzione del 20% sulla TARI per coloro che utilizzano il composter (o hanno la massa nel giardino) e restituiscono i contenitori per l’umido in quanto nulla conferiscono al servizio pubblico e prevedendo una riduzione più contenuta per coloro che praticano regolarmente il compostaggio ma continuano a conferire una parte del rifiuto organico al servizio pubblico. Al fine di allargare la platea degli utenti che seguono tale pratica ecologista, le compostiere vengono fornite gratuitamente presso l’Info Point Sesa sito in Via Roma. Su sito www.riciclaviadana.it il manuale per la corretta pratica del compostaggio domestico.

MOBILITA’ SOSTENIBILE : Il Comune di Viadana nel corso di questi anni di amministrazione ha lavorato costantemente al fine di progettare percorsi ciclabili per i propri cittadini, finanziandoli con risorse proprie o rapportandosi con soggetti privati ed enti sorvaordinati al fine di ottenere le necessarie risorse. Tale lavoro ha portato alla realizzazione della ciclabile di Bellaguarda realizzata con fondi comunali, della ciclabile di Cicognara realizzata e finanziata grazie l’intervento privato ed ora la buona notizia del finanziamento da parte di Regione Lombardia del progetto di realizzazione di una pista ciclabile in Via al Ponte, risultato importantissimo frutto di tanto lavoro ed inserito nel progetto più ampio di rivitalizzazione della zona golenare che ha visto l’assegnazione dell’Ex Zanzibar, l’indizione del bando di assegnazione delle piazzole per lo street food con relativa sistemazione dell’area, la riqualificazione dell’attracco fluviale ed il completamento del progetto di imboschimento “Bosco Golena San Martino”.

PROGETTO “BOSCO GOLENA SAN MARTINO” Si tratta di un progetto partito sotto la precedente amministrazione che prevedeva l’imboschimento dei terreni golenali prefiggendosi lo scopo di valorizzare il territorio comunale ed evitare l’abbandono di aree ambientalmente sensibili ed importanti. L’area ricade all’interno della ZPS IT20B0501 “Viadana, Portiolo, San Benedetto Po e Ostiglia” e la sua riqualificazione risulta compatibile con Piano di Gestione del Sito migliorandone la funzione di protezione speciale dell’area fungendo da intervento di consolidamento del patrimonio forestale del Comune. Tale progetto, Finanziato dalla Regione Lombardia e sotto il controllo della Provincia di Mantova, ha coinvolto il Comune di Viadana il qualità di concessionario dei terreni interessati. L’intervento doveva essere completato entro il 31.03.2014. Pertanto, fin da subito si è dimostrato l’ennesimo problema da risolver per l’amministrazione subentrante in quanto con l’arrivo nel 2015 il progetto non era ancora stato completato e si sono rese necessarie contestazioni alla ditta incaricata e varie segnalazioni alla Provincia di Mantova al fine di portare avanti l’intervento. Alla fine il progetto è stato collaudato dalla Provincia di Mantova ma a condizioni diverse da quelle che il progetto si era prefissato, tra le quali la manutenzione a carico del Comune di Viadana. In ogni caso l’amministrazione ha valutato immediatamente l’importanza di tale progetto e grazie all’impegno degli uffici comunali oggi siamo soddisfatti del risultato raggiunto. Sono state effettuate tutte le operazioni necessarie per considerare raggiunti gli obiettivi ambientali che ci si era prefissati con il progetto “Bosco Golena San Martino”, valorizzando i terreni in concessione creando aree verdi fruibili dalla popolazione, salvaguardando e migliorando l’ambiente.

PROGETTO SVILUPPO E VALORIZZAZIONE DELL’ECOMUSEO: Missione dell’Ecomuseo è quella di documentare, raccogliere, valorizzare e diffondere la memoria storica del territorio attraverso l’organizzazione di attività culturali, didattiche, e la predisposizione di percorsi turistico-culturali e del gusto con il coinvolgimento della sua gente, depositaria di memoria cogliendo l’opportunità offerta dai momenti di aggregazione. Uno dei risultati più significativi raggiunti dall’ecomuseo è stato il mantenimento del Riconoscimento Regionale a testimonianza del buon lavoro fin qui svolto. Ricordiamo con soddisfazione che Regione Lombardia, nel 2018, a seguito del monitoraggio degli ecomusei lombardi svoltosi nel corso del 2016-2017 ha confermato il riconoscimento all’Ecomuseo Terre d’Acqua fra Oglio e Po, dando atto dell’impegno profuso dalle Amministrazioni comunali aventi Viadana come capofila, dagli enti e dalle associazioni aderenti all’ecomuseo, impegno che ha portato al raggiungimento di questo importante risultato. In particolare, grande attenzione è da sempre rivolta alle scuole con attività didattiche e percorsi creati ad hoc: laboratori e percorsi didattici gratuiti relativi a tematiche ambientali, di storia, cultura e tradizione locale, con numeri sempre crescenti in termini di classi coinvolte. Oltre quanto sopra è stato intrapreso un percorso di digitalizzazione e archiviazione dei materiali storici posseduti dal Consorzio di Bonifica Navarolo, dotando il centro di documentazione di adeguate attrezzature tecnologiche per poter realizzare questo lavoro. Sono stati inoltre, promossi e cofinanziati progetti di riqualificazione dei locali con interventi che riguarderanno tanto gli esterni quanto i locali interni dell’edificio. Infine per promuovere ulteriormente lo sviluppo dell’Ecomuseo e renderlo fruibile alla cittadinanza sono stati organizzati importanti eventi ampliando il programma di anno in anno e coinvolgendo anche località diverse sul territorio in modo da dare possibilità a tutti di godere appieno delle attività messe in campo. Importante iniziativa è stata l’apertura straordinaria dell’impianto idrovoro di San Matteo delle Chiaviche che ha permesso a tutta la cittadinanza di accedere a questo suggestivo monumento di archeologia industriale.

PROGETTO “MAB UNESCO” Da ultimo, ma non in ordine di importanza il progetto MaB UNESCO: il tratto di fiume Po tra Piacenza e Rovigo ha ottenuto il riconoscimento di Riserva Biosfera MaB UNESCO, con il nome di “Po Grande”. Tale traguardo è stato possibile grazie ad un intenso lavoro di squadra, dove Comuni, Regioni, Province, Legambiente, Università di Parma e altri enti, hanno fatto rete e collaborato per più di tre anni con tavoli, studi e dossier. Viadana oltre ad essere tra i primi Comuni promotori di questa importantissima iniziativa è capofila dei Comuni Mantovani a Nord del Po ed inserita dunque nei patrimoni Mab Unesco. Un riconoscimento importantissimo che rende il giusto onore alle caratteristiche uniche del nostro bellissimo territorio che si specchia nella sua totale estensione nelle acque del Po, il grande fiume per eccellenza. E’ stata istituita un’apposita cabina di regia dove il Comune di Viadana, nella persona del Sindaco F.F. Alessandro Cavallari, svolge un ruolo di primo piano. Le prime riunioni si sono tenute nell’estate del 2020 con un intento di condivisione del programma delle attività e delle relative azioni che renderanno operativa la Riserva di Biosfera.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti