Ultim'ora
Commenta

Referendum, Alberto Zolezzi
(M5S): "7 parlamentari
mantovani, 5 non pervenuti"

Una grande vittoria per l’Italia e gli italiani, una grande gioia per il Movimento 5 Stelle che ha chiesto convintamente questa riforma puntuale di soli 3 articoli

“Il mio sogno era tagliare i medici del reparto di pneumologia di Mantova grazie all’inquinamento ridotto, invece l’organico di 10 medici è stato dimezzato dalla cattiva politica sanitaria regionale ma l’inquinamento è aumentato con 165 giorni di aria inquinata a Mantova nel 2019 fraPM2.5 e  ozono. E il Coronavirus ha messo in luce la scelleratezza della politica regionale che offre il 60% degli utili alla sanità privata. Vorrei che i medici facessero profili FB falsi anche per denunciare la ferocia della gestione sanitaria regionale, quante persone han fatto il tragitto ambulanza-cure palliative-crematorio durante la fase più viva dell’emergenza Covid19 per  mancanza di posti letto, medici, infermieri, camici e mascherine?

Invece in Parlamento da quando c’è il M5S abbiamo tagliato i vitalizi, abbiamo fatto buone leggi come il reddito di cittadinanza, il decreto dignità, il superbonus al 110%, la legge spazzacorrotti che ha consentito di tracciare i finanziamenti alla politica sopra a 500 euro, prima era 100mila euro la soglia, che ha consentito di tracciare i fondi alla lega con il trojan nei cellulari, abbiamo ridotto di 265 milioni le spese della Camera da quando il M5S la presiede, in soli due anni, abbiamo restituito o rinunciato a oltre 110 milioni di euro. Ho restituito personalmente oltre 240mila euro. Qualcuno ha continuato a fare quel che faceva prima vedi i 600 euro di Dara (e della consigliera regionale leghista Cappellari che non rispondendo implicitamente ammette la colpevolezza). Quindi ora eravamo pronti per tagliare il numero dei parlamentari! Avevamo lavorato bene ed era il momento giusto!

Questa riforma taglia il 7% dei costi delle Camere, 100 milioni all’anno, pochi? No, perché procederemo con il taglio di tutti i costi della politica, stimati dall’Istituto Bruno Leoni in 35 miliardi all’anno, quindi taglieremo oltre 2 miliardi all’anno, che potranno essere usati per prestiti a fondo perduto per le partite IVA, per prolungare lo smart working a tutti i lavoratori che ne abbiano bisogno.

Questa riforma migliora la rappresentanza, pensate che su 7 parlamentari mantovani che ho considerato, Rauti, Zolezzi, Tabacci, Dara, Baroni, Colaninno, Volpi, solo io e la Senatrice Rauti abbiamo depositato proposte di legge. Questo vuole dire che oggi 5 parlamentari mantovani su 7 non hanno in metà mandato esercitato alcun potere legislativo e sono a Roma a fare attività non identificate, sono p-UFO, parlamentari volanti non identificati che volano a Roma a spese nostre.

Oggi ne abbiamo tagliati 345 e questo consentirà di controllare meglio quelli che in futuro andranno a Roma a rappresentare il territorio e a migliorare l’Italia. Sottolineo che la Senatrice Rauti ha depositato proposte di legge, sarà un caso ma è una senatrice, sono già oggi meno e sono più rappresentativi. Segnalo anche che una mia proposta (su 10 depositate) è diventata legge, quella sul referto epidemiologico che intende ridurre i 48 miliardi di spesa pubblica annua per gli effetti delle emissioni ambientali.

La Costituzione deve essere viva scrive Andrea Franzoso, adatta alla società, alla mobilità e alla connettività attuale, non c’è più bisogno di 945 parlamentari vista la posta elettronica e le infrastrutture un pochino più veloci rispetto al 1963, non è più accettabile aspettare 3 ore per fare un voto di fiducia! Ora bisogna anche cambiare i regolamenti parlamentari, togliere qualche commissione e dimezzare gli stipendi!

Dopo 20 anni gli italiani hanno approvato un riforma del Parlamento!

Una grande vittoria per l’Italia e gli italiani, una grande gioia per il Movimento 5 Stelle che  ha chiesto convintamente questa riforma puntuale di soli 3 articoli, che la ha sempre votata in Parlamento e non la ha usata solo come slogan come qualche altro partito ha fatto da 40 anni a questa parte!

W la Costituzione e W l’Italia!”, così il deputato mantovano Alberto Zolezzi, a margine del risultato del referendum.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti