Ultim'ora
Commenta

Viadana, Nicola
Cavatorta risponde
ai Cinque Stelle

Sono disponibile a confermare la commissione antimafia, istituita dall' amministrazione comunale uscente, il comune di Viadana deve sempre tenere alta la guardia per contrastare il fenomeno malavitoso

VIADANA – Risponde nel merito delle questioni poste dal Movimento Cinque Stelle il candidato sindaco Nicola Cavatorta. “Grazie – spiega – per avermi contattato e posto quesiti relativi a temi e obiettivi per la comunità. In una fase come quella che stiamo attraversando risultano essere la cosa più importante rispetto ad accordi e apparentamenti che lasciano il tempo che trovano.

Per quanto riguarda la tematica relativa all’ambiente e salute, nel nostro programma elettorale vi sono elencati alcuni punti significativi che lasciano intendere il mio interesse sull’ argomento. L’ importante concetto della rinaturazione del territorio e valorizzazione dell’ area golenale (progetto lido Po Viadana) è da collocare in un disegno più ampio che riguarda l’ intera area adiacente a via al ponte, ripristino arena, parco, campo sportivo e realizzazione pista ciclabile le cui risorse sono state stanziate.

Per quanto riguarda il nuovo Pgt deve essere incentrato sulla riduzione del consumo del suolo, in linea con la legge nazionale e regionale e per spostare il concetto di edilizia da un aspetto quantitativo ad uno qualitativo, promuovendo e incentivando le ristrutturazioni e i recuperi, a tal proposito la realizzazione del POT, degenza di comunità con servizi annessi, nella struttura dell’ex ospedale avrebbe la duplice funzione: 1 di portare servizi sanitari pubblici aggiuntivi al territorio e 2 di occupare spazi ormai abbandonati da tempo. La nuova amministrazione comunale deve essere disponibile a tavoli e incontri con le varie parti sociali, categorie e settori, in un’ ottica di mediazione e disponibilità nella misura in cui questi siano necessari e fondamentali per ottenere risultati concreti per il bene comune.

Interessante il discorso del delegato di comunità, storicamente è sempre esistito. Non dimentichiamoci di responsabilizzare i consiglieri comunali di minoranza e maggioranza eletti democraticamente a portare all’ attenzione dell’ amministrazione comunale le istanze del proprio territorio!

Sono disponibile a confermare la commissione antimafia, istituita dall’ amministrazione comunale uscente, il comune di Viadana deve sempre tenere alta la guardia per contrastare il fenomeno malavitoso.

Sono disponibile ad attuare una seria e precisa riorganizzazione del personale comunale. Dovranno essere valutate le disponibilità di ogni singolo dipendente a collaborare con l’amministrazione comunale e all’ ascolto nei confronti della cittadinanza in merito ad una migliore erogazione dei servizi. Rotazione delle dirigenze e riassetto degli uffici è oggi diventato un dovere e una necessità.

Il servizio del doposcuola comunale come qualsiasi altro servizio deve essere garantito prendendo in esame le reali richieste delle utenze, evitando la creazione di servizi per pochi ma focalizzando l’ impegno per una più ampia platea di beneficiari, garantendo l’impiego di risorse pubbliche per la comunità in toto.
Per quanto riguarda i nomi della futura giunta posso dire che saranno scelti tra quelle figure seguendo il concetto basilare di continuità con ciò che di buono è stato fatto e discontinuità nel senso di migliorare la dove ci siano state difficoltà. Teniamo presente che la tanto criticata giunta e buona parte dei consiglieri di maggioranza uscenti, in caso di mia vittoria, risulteranno essere eletti in consiglio comunale e questo non l’ho scelto io ma la cittadinanza al voto. La mia intenzione è quella comunque di assegnare ruoli in base alle attitudini e competenze, valutando eventualmente anche figure esterne”.

redazione@oglioponews.it

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti