Ultim'ora
Commenta

Rivarolo del Re, le
lamentele di alcuni genitori
su finestre e palestra

Specialmente oggi, giovedì, con una giornata cosi fredda e umida mi è sembrato assurdo tenerli in quelle condizioni! Da fuori vedevo le tende svolazzare e sinceramente ero sul punto di suonare alla porta

RIVAROLO DEL RE – I genitori degli alunni di scuola media di Rivarolo del Re esprimono lamentele e preoccupazioni sul metodo con cui i ragazzi seguono le lezioni in questo periodo in cui la pandemia sembra aver ripreso vigore.

Diverse mamme, attraverso i social si sono lamentate per il fatto che le aule vengono tenute con le finestre aperte costringendo ragazzi e bambini a stare con i giubbini indossati e i cappucci a coprire le teste.

“Specialmente oggi, giovedì, con una giornata cosi fredda e umida mi è sembrato assurdo tenerli in quelle condizioni! Da fuori vedevo le tende svolazzare e sinceramente ero sul punto di suonare alla porta per chiedere spiegazioni. Capisco la necessità di cambiare aria ogni tanto ma far stare al freddo quei poveri scolari mi sembra assurdo. Se poi si beccano il raffreddore costringono tutta la famiglia ad andare a fare il tampone con tutti i disagi conseguenti”.

Qualche professore avrebbe detto che le finestre rimarranno aperte tutto l’anno e se il riferimento contempla i mesi di marzo, aprile e successivi non costituirà certo un problema mentre lo è sicuramente per il periodo invernale dentro cui ci si sta addentrando.

Pure la questione della Palestra inutilizzata solleva critiche da parte delle mamme alcune delle quali riferiscono di elementi esterni alla scuola che ne utilizzerebbero gli spazi. I genitori si ripromettono di affrontare tutte queste problematiche nell’incontro di venerdì.

Giovedi mattina intanto nel plesso scolastico di Rivarolo del Re è arrivata da Casalmaggiore la dirigente Sandra Guidetti che ha spiegato ai ragazzi tra le altre cose come per quest’anno la palestra non potrà essere utilizzata per i noti motivi anticontagio.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti