Ultim'ora
Commenta

Parma: AVISLab, la
prima App per l'AVIS,
ha un cuore casalasco

Dopo un periodo di prova e test su un campione di donatori, che ha dato esito positivo, ora è pronta per essere scaricata ed utilizzata da tutti i donatori di sangue della provincia

PARMA – C’è uno staff casalasco dietro alla realizzazione della prima App d’ausilio al lavoro dell’AVIS. E’ l’AVIS Provinciale di Parma ad averla commissionata e messa in opera. AVISLab è la prima App creata per un’associazione AVIS sul territorio nazionale.

AVISLab è un progetto di Avis Provinciale Parma, una soluzione digitale per semplificare e informare i donatori e dematerializzare il servizio di consegna esami. Ad Aprile, in pieno Lockdown, l’accelerazione al progetto dettata dall’esigenza di fornire ai donatori i risultati degli esami del sangue, evitando spostamenti fisici di persone.

Ecco che in pochi mesi, AVIS Provinciale Parma, in collaborazione con la software house Thesis, ha dato vita a questa innovativa APP. Dopo un periodo di prova e test su un campione di donatori, che ha dato esito positivo, ora è pronta per essere scaricata ed utilizzata da tutti i donatori di sangue della provincia.

AVISlab, progetto reso possibile anche grazie al contributo di Fondazione Cariparma, permette di semplificare l’accesso ai risultati degli esami del sangue annuali, effettuati in Avis, oltre che mantenere informato il donatore su tutti gli argomenti inerenti l’Associazione. In futuro, inoltre, molte sono le implementazioni e funzioni aggiuntive in programma, come spiegato in conferenza stampa dal Presidente Avis Provinciale, Roberto Pasini. Già a fine è anno è previsto un upgrade che permetterà di prenotare la propria donazione direttamente dall’App, oltre che ricevere l’utile notifica di promemoria donazione sul proprio smartphone.

Il donatore, scaricando l’App, avrà a portata di mano tutte le informazioni utili per la sua salute e un filo diretto con AVIS. Per accedere all’App è necessario inserire il proprio codice personale, che verrà fornito presso le sedi AVIS in occasione della prima donazione effettuata a partire da ottobre 2020. Si tratta di una vera e propria rivoluzione! L’obiettivo è un’App unica al servizio del donatore. Nella prima fase è in grado di archiviare e fornire i risultati degli esami del sangue oltre a ricevere avvisi e comunicazioni dall’Associazione, ma a breve è prevista la funzione di prenotazione della donazione oltre all’accesso a tutti i servizi AVIS.

Molte le energie messe in campo da Avis Provinciale Parma per raggiungere questo risultato. Risorse economiche e un grande lavoro sviluppato da personale interno come Andrea Arduini e Federico Rosselli del team digitale AVIS, supportati Daniele Pisano di Thesis, azienda specializzata nello sviluppo software. – Il futuro è adesso! – Con queste parole il presidente Pasini sottolinea l’importanza del progetto. L’App, realizzata in tempi record, è progettata per fornire il meglio a donatori e volontari, strizzando l’occhio alle giovani generazioni che potranno usufruire di un approccio smart all’esperienza del dono, in particolare la donazione di sangue. Si tratta tuttavia di un’interfaccia molto semplice, fruibile a tutte le fasce d’età. Sono stati pensati diversi strumenti per assistere e istruire all’utilizzo, come materiale cartaceo e video tutorial reperibili sul sito, oltre a canali social di AVIS Provinciale.

A meno di un mese dalla diffusione dell’App i risultati sono ottimi: 1100 i consensi all’utilizzo (il 100% dei donatori a cui è stata sottoposta l’app), dei quali più di mille l’hanno già scaricata e 984 la stanno già utilizzando. L’APP sviluppata è scaricabile per dispositivi mobili Android e IOS, disponibile in download dai rispettivi Google play store e AppleStore.

A conclusione il Presidente lancia un messaggio di ottimismo: “Il nostro territorio sta lavorando bene, ci sono progetti importanti a tutti i livelli, per questo ringrazio i volontari che costantemente si impegnano per promuovere la cultura del dono! L’inizio 2020 ci ha consegnato qualche incertezze ma siamo sempre una grande Associazione ed abbiamo le forze, le energie e le capacità per affrontare qualsiasi situazione possa presentarsi, INSIEME UNITI SOLIDALI!”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti