Ultim'ora
Commenta

Da Bozzolo a Lima, la
laurea di David grazie alla
biblioteca del comune

Tutto è andato per il verso giusto e il voto unanime dei tre giurati (in Perù il sistema di votazione è diverso da quello accademico italiano) ha sancito l’ottimo lavoro di David, da venerdì ufficialmente laureato all’Università privata della città di Huancayo nella facoltà di Scienze della salute ramo Infermieristica. E pronto a dare una mano in corsia nell’emergenza Coronavirus.

BOZZOLO – Lui si chiama David Ramirez, ha 46 anni, è originario del Perù ma da parecchi anni vive a Bozzolo con la moglie, peruviana come lui. La perfetta integrazione è provata anche dal nome del secondogenito della coppia, classe 2011, che si chiama Alessio ed è nato in Italia. David era tornato in Perù, nella capitale Lima, nel 2015 e lì aveva iniziato un corso di laurea in Infermieristica, tornando a Bozzolo a febbraio 2020, pochi giorni prima della pandemia. Per chiudere il cerchio David, ha avuto però bisogno di un appoggio essenziale dalla Biblioteca di Bozzolo, che ha festeggiato il momento, celebrato venerdì, con un post pubblicato sulla pagina Facebook.

“In collegamento da Bozzolo a Lima per laurearsi – ha scritto la Biblioteca comunale sul proprio profilo Facebook -. Quando si parla dell’importanza di una biblioteca comunale all’interno di una comunità, spesso ci si dimentica che essa non è solo mero contenitore di libri. É il caso del nostro utente David che ha chiesto la possibilità di utilizzare la sala studio e il collegamento wifi, per collegarsi in videoconferenza con l’università di Lima per discutere la tesi e laurearsi in infermieristica. La biblioteca è anche questo, e noi ne siamo molto fieri”.

David, infatti, utilizza a casa l’hotspot del proprio cellulare per collegarsi raramente a internet, ma non ha una linea fissa. Questa soluzione può andare bene per trasferire piccoli file o per una navigazione limitata, per evitare di esaurire il credito del traffico dati. Così, dopo avere spedito la sua tesi con l’aiuto di Noemi Tagliasacchi, professoressa del figlio Alessio, per il collegamento via Zoom della discussione di laurea – soluzione adottata da molti atenei in tutto il mondo in questa fase storica così complicata a causa dell’epidemia – ha chiesto e ottenuto l’appoggio della biblioteca, gestita dalla Cooperativa Charta e aperta, per l’occasione speciale, con un’ora di anticipo dal bibliotecario Pierluigi Cremona, che ha allestito stanza e computer. Tutto è andato per il verso giusto e il voto unanime dei tre giurati (in Perù il sistema di votazione è diverso da quello accademico italiano) ha sancito l’ottimo lavoro di David, da venerdì ufficialmente laureato all’Università privata della città di Huancayo nella facoltà di Scienze della salute ramo Infermieristica. E pronto a dare una mano in corsia nell’emergenza Coronavirus.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti